Afterpay/Clearpay: guida dettagliata

Payments
Payments

Accetta pagamenti online, di persona e in tutto il mondo con una soluzione di pagamento sviluppata per qualsiasi tipo di attività, dalle start-up in espansione alle società internazionali.

Ulteriori informazioni 
  1. Introduzione
  2. Come funziona Afterpay/Clearpay?
  3. Dove si usa Afterpay/Clearpay?
    1. Nord America
    2. Europa
    3. Asia
    4. Australia e Nuova Zelanda
  4. Chi usa Afterpay/Clearpay?
  5. Vantaggi dell’accettazione di Afterpay/Clearpay
  6. Misure di sicurezza di Afterpay/Clearpay
  7. Lavorare con Afterpay/Clearpay
  8. Alternative ad Afterpay/Clearpay

Afterpay, nota anche come Clearpay nel Regno Unito, è un'azienda Fintech australiana che è emersa come uno dei principali attori nel settore in espansione dei pagamenti a rate (acquista ora, paga dopo). Afterpay/Clearpay serve una base clienti in crescita in diverse aree geografiche e collabora con un'ampia rete di brand importanti e attività locali in tutti i settori. Con una significativa quota di mercato in aree chiave come l'Australia e il Regno Unito, si colloca tra i principali fornitori di servizi di pagamento a rate.

Il servizio di punta di Afterpay consente ai clienti di suddividere il pagamento di un acquisto in quattro rate uguali, senza interessi, con una rata da pagare in genere ogni due settimane. Questo modello offre ai clienti un modo flessibile di gestire le spese senza incorrere in costi aggiuntivi. Inoltre, a differenza di alcuni concorrenti, Afterpay/Clearpay si concentra esclusivamente su piani di rateizzazione a breve termine.

Afterpay può contare su una base clienti globale nei mercati di Nord America, Europa e Oceania e ha registrato una crescita costante sin dalla sua nascita nel 2014. Si prevede che il settore dei pagamenti a rate crescerà in modo sostanziale nel prossimo futuro e Afterpay/Clearpay è in una buona posizione per mantenere la leadership del mercato. L'azienda si impegna a creare soluzioni intuitive e facilmente integrabili dal punto di vista tecnico e per questo è diventata una forza trainante nel settore dei pagamenti.

Questa guida illustra ciò che le attività dovrebbero sapere su Afterpay/Clearpay: come funziona, i principali utenti e mercati e come adottare questa soluzione come modalità di pagamento.

Contenuto dell'articolo

  • Come funziona Afterpay/Clearpay?
  • Dove si usa Afterpay/Clearpay?
  • Chi usa Afterpay/Clearpay?
  • Vantaggi dell'accettazione di Afterpay/Clearpay
  • Misure di sicurezza di Afterpay/Clearpay
  • Lavorare con Afterpay/Clearpay
  • Alternative ad Afterpay/Clearpay

Come funziona Afterpay/Clearpay?

Afterpay è nota soprattutto per il suo popolare servizio di pagamento a rate. Afterpay/Clearpay corrisponde in anticipo alle attività l'intero importo dell'acquisto, assicurando un flusso di cassa ininterrotto, e raccoglie i pagamenti rateali residui dai clienti. Afterpay è semplice da usare e si integra facilmente nei sistemi di pagamento esistenti di un'attività, sia online che nei sistemi POS. Per utilizzare Afterpay, i clienti devono avere almeno 18 anni e possedere una carta di credito o di debito valida. Afterpay stabilisce limiti di spesa personalizzati per i clienti in base al merito creditizio per incoraggiare abitudini di spesa responsabili.

Ecco come funziona il pagamento con Afterpay/Clearpay:

  • Selezione di una modalità di pagamento: durante il completamento della transazione online o in negozio, i clienti selezionano Afterpay/Clearpay come modalità di pagamento preferita. Dopo aver fornito ad Afterpay alcune informazioni di base, i clienti ricevono immediatamente una decisione sul limite di spesa. L'importo che un cliente può spendere varia nel tempo in base all'utilizzo del suo conto, quindi i clienti ricevono un limite di spesa aggiornato ogni volta che utilizzano il servizio.

  • Pagamento per un acquisto: i clienti possono completare l'acquisto con Afterpay pagando solo il 25% del totale. Il restante 75% è suddiviso in tre rate uguali, da pagare a intervalli di due settimane. Può essere prevista una commissione per i pagamenti in ritardo. Le attività ricevono l'intero importo dell'acquisto in anticipo da Afterpay/Clearpay.

  • Reso di un acquisto: ogni attività stabilisce la propria politica per i resi degli acquisti effettuati con Afterpay/Clearpay.

  • Controllo dell'impatto sul credito: i clienti devono essere a conoscenza del fatto che Afterpay/Clearpay fornisce report della cronologia dei pagamenti agli uffici di credito e che ciò può influire sul punteggio di credito.

Dove si usa Afterpay/Clearpay?

Afterpay/Clearpay ha fatto passi da gigante nel settore dei pagamenti a rate ed è riuscita ad adattarsi ai comportamenti dei clienti locali, a stabilire partnership strategiche e a personalizzare le operazioni in base ai diversi standard normativi, favorendo così l'espansione in nuove aree. L'utilizzo di Afterpay in Nord America, Europa, Asia, Australia e Nuova Zelanda è illustrato di seguito.

Nord America

Afterpay detiene una quota di mercato considerevole in Nord America, dove il settore dei pagamenti a rate è stato valutato oltre 14 miliardi di dollari nel 2022. Afterpay ha stretto partnership strategiche con piattaforme e modalità di pagamento popolari in Nord America, tra cui le principali piattaforme di e-commerce come Shopify e WooCommerce e wallet come Apple Pay e Google Pay. Afterpay si è impegnata per conquistare la fiducia dei clienti in quest'area e opera in conformità con le norme stabilite dal Consumer Financial Protection Bureau.

Europa

Tra le app per pagamenti a rate, Clearpay detiene la seconda quota di mercato più alta in Europa dopo Klarna. Clearpay ha adattato le sue offerte a mercati europei specifici grazie all'integrazione con modalità di pagamento locali popolari, come iDEAL e Sofort, e adottando pratiche conformi al Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'UE.

Asia

Afterpay è presente nei mercati asiatici e si prevede che avrà un ruolo maggiore nei prossimi anni, considerato che per il mercato dei pagamenti a rate nell'area Asia-Pacifico è previsto un aumento da 198 miliardi di dollari nel 2023 a 374 miliardi di dollari entro il 2028. Per espandere il proprio ruolo nei mercati asiatici, Afterpay ha stretto collaborazioni con i principali wallet come WeChat Pay e Alipay, e si è concentrata sulle proprie offerte mobile-first per assecondare le preferenze di pagamento dell'area. L'azienda sta inoltre incorporando l'intelligenza artificiale e l'analisi predittiva per migliorare ulteriormente l'esperienza d'uso.

Australia e Nuova Zelanda

Afterpay ha una presenza capillare nel mercato di origine, ovvero la Nuova Zelanda e l'Australia, dove il 40% dei clienti dichiara di aver utilizzato servizi di pagamento a rate negli ultimi sei mesi fino ad aprile 2023. In queste aree, Afterpay fa leva sulla notorietà del brand e sull'affinità con i clienti, oltre a collaborare con i principali venditori al dettaglio e a offrire tassi di interesse competitivi. Fin dalla nascita, Afterpay ha operato in conformità con le autorità finanziarie locali, come l'Australian Securities and Investments Commission (ASIC) in Australia e la Financial Markets Authority (FMA) in Nuova Zelanda.

Chi usa Afterpay/Clearpay?

Afterpay/Clearpay si è ritagliata una nicchia importante nell'ecosistema dei pagamenti globale. Si colloca tra le modalità preferite dalle fasce più giovani, dai clienti ad alto reddito e dalla popolazione urbana ed è stata adottata da attività operanti in svariati settori. I principali venditori al dettaglio di abbigliamento, elettronica e mobili includono Afterpay come modalità di pagamento, integrata anche con compagnie aeree e piattaforme di prenotazione viaggi, fornitori di servizi sanitari e farmacie e persino servizi di streaming e luoghi di intrattenimento. Da un rapporto del 2021 di Clearpay e Accenture risulta che il 47% dei clienti Clearpay ha dichiarato che avrebbe cercato un altro negozio o non avrebbe acquistato un ordine precedente se Clearpay non fosse stato disponibile, a dimostrazione che si tratta di un forte incentivo per le attività ad adottare questa modalità di pagamento.

Tra i clienti, Afterpay è un'opzione di pagamento a rate molto apprezzata per la sua facilità d'uso e affidabilità. I clienti hanno la possibilità di scegliere Afterpay/Clearpay per gli acquisti di persona e per quelli online. I seguenti segmenti di clienti hanno maggiori probabilità di usufruire del servizio:

  • Clienti più giovani: la Generazione Z e i Millennial costituiscono circa l'80% della base clienti di Clearpay, secondo il rapporto di Clearpay e Accenture. I clienti più giovani, in genere più aperti a sperimentare nuove tecnologie e nuovi strumenti finanziari, sono costantemente orientati verso soluzioni di pagamento digitale, contribuendo al successo di aziende come Afterpay/Clearpay.

  • Guadagni elevati: la piattaforma è popolare anche tra le persone con un reddito elevato. Il rapporto di Clearpay e Accenture indica che Clearpay ha più clienti in fasce di reddito elevate che nella popolazione generale del Regno Unito. Questa tendenza può essere attribuibile al loro maggiore potere d'acquisto, oltre che all'inclinazione delle persone con un reddito più elevato per lo shopping online.

Vantaggi dell'accettazione di Afterpay/Clearpay

Le attività che accettano Afterpay/Clearpay possono usufruire dei vantaggi seguenti:

  • Aumento delle vendite e delle prestazioni: le attività che accettano le opzioni di pagamento a rate come Afterpay/Clearpay spesso registrano un aumento delle vendite, con il 69% dei venditori al dettaglio britannici che segnala miglioramenti in almeno un'area delle metriche di vendita e prestazioni aziendali come risultato diretto dell'offerta di modalità di pagamento a rate.

  • Accesso alla base clienti di Afterpay/Clearpay: includendo Clearpay come opzione di pagamento, le attività possono rivolgersi ai clienti della Gen Z e ai Millennial, che rappresentano oltre l'80% dei clienti di Clearpay. Un altro gruppo a cui le attività possono accedere offrendo Clearpay è quello delle persone con reddito elevato, che utilizzano Clearpay più spesso rispetto alla popolazione generale del Regno Unito. Inoltre, la prevista crescita futura di Afterpay in Africa e in Asia significa che le attività che offrono questa modalità di pagamento possono espandere il loro raggio di azione anche in questi mercati.

  • Flusso di cassa immediato: a differenza dei tradizionali sistemi di pagamento a rate o a credito, Afterpay/Clearpay paga le attività per intero, in anticipo. Questo pagamento immediato può migliorare drasticamente il flusso di cassa, un fattore chiave soprattutto per le piccole imprese.

  • Riduzione dell'abbandono del carrello: l'offerta di opzioni di pagamento a rate può ridurre l'abbandono del carrello eliminando gli ostacoli al pagamento. Dato che il tasso medio di abbandono del carrello online è di circa il 70%, questa riduzione può avere un forte impatto sui ricavi.

  • Fedeltà dei clienti: la comodità dei pagamenti a rate può aumentare i tassi di fidelizzazione dei clienti delle attività, con potenziali vantaggi per i ricavi. Studi dimostrano che i clienti che ritornano spendono in media il 67% in più rispetto ai nuovi clienti.

  • Vantaggio competitivo: nei mercati non ancora saturi di opzioni per i pagamenti a rate, le attività che accettano Afterpay/Clearpay possono distinguersi, soprattutto tra i clienti sensibili al prezzo. Le attività che offrono soluzioni di pagamento all'avanguardia sono spesso considerate più orientate al cliente e innovative, il che può essere un importante elemento di distinzione in mercati in cui la differenziazione del brand è una sfida impegnativa.

  • Dati analitici sul mercato: la collaborazione con Afterpay/Clearpay può fornire alle attività un'analisi dettagliata dei dati, rivelando le tendenze e le preferenze dei clienti che possono informare le decisioni sull'inventario, le strategie di marketing e persino lo sviluppo dei prodotti.

  • Meno responsabilità: trasferendo il rischio di credito ad Afterpay/Clearpay, le attività possono ridurre le passività finanziarie. Per le piccole imprese in particolare, questa riduzione può essere significativa, poiché la gestione del rischio di credito internamente può essere costosa e complessa.

Misure di sicurezza di Afterpay/Clearpay

Afterpay/Clearpay mette in atto diverse misure di sicurezza per proteggere dai rischi finanziari e legati ai dati.

  • Crittografia dei dati: Afterpay/Clearpay utilizza metodi di crittografia avanzati come AES-256 per proteggere i dati sia durante la trasmissione che a riposo. Questa crittografia converte informazioni sensibili come i numeri di carta di credito e i dati personali in codici sicuri per ridurre il rischio di violazione dei dati.

  • Conformità normativa: Afterpay/Clearpay aderisce allo standard PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard), che impone regolari controlli di sicurezza e garantisce che la piattaforma mantenga un ambiente sicuro per la gestione dei dati dei titolari delle carte. Inoltre, aderisce alle normative globali sulla protezione dei dati, come il GDPR in Europa, che stabilisce controlli rigorosi sulla gestione dei dati e sulla privacy dei clienti.

  • Autenticazione a due fattori (2FA): Afterpay/Clearpay utilizza la 2FA per gli account dei clienti, aggiungendo un ulteriore livello di sicurezza che richiede non solo una password e un nome utente, ma anche un secondo fattore come un token fisico o un metodo di verifica basato su app per autenticare le transazioni. Le misure di verifica dell'identità includono la verifica dell'indirizzo e del telefono, nonché metodi digitali come l'autenticazione 3D Secure.

  • Tokenizzazione: Afterpay/Clearpay impiega la tokenizzazione nel processo di pagamento. Invece di memorizzare o trasmettere i dati effettivi della carta, questo metodo di sicurezza sostituisce i dati di pagamento sensibili con un identificatore unico o token.

  • Autenticazione forte del cliente (SCA): in giurisdizioni come l'Unione Europea, dove si applica la versione rivista della direttiva sui servizi di pagamento (PSD2), Afterpay/Clearpay implementa la SCA. Questo tipo di autenticazione richiede che i pagamenti elettronici siano autenticati verificando almeno due degli elementi seguenti: qualcosa che il cliente conosce (ad esempio una password), qualcosa che il cliente possiede (ad esempio un dispositivo mobile) o qualcosa che il cliente è fisicamente (ad esempio, dati biometrici).

  • Controlli di sicurezza e aggiornamenti regolari: Afterpay/Clearpay si sottopone a regolari controlli di sicurezza per identificare e risolvere eventuali vulnerabilità, garantendo l'aggiornamento delle difese contro le minacce informatiche in continua evoluzione. Valutazioni regolari e test di penetrazione fanno parte dell'approccio di Afterpay per identificare e correggere potenziali punti deboli della sicurezza.

  • API sicure per le attività: Afterpay/Clearpay fornisce interfacce di programmazione delle applicazioni (API) sicure per l'integrazione con le piattaforme delle attività. Queste API sono progettate per garantire la protezione dei dati scambiati tra i sistemi aziendali e Afterpay.

  • Protezione dei dati dei clienti: Afterpay/Clearpay applica politiche per la protezione dei dati dei clienti, che includono la limitazione dell'accesso ai dati al personale autorizzato e l'utilizzo di soluzioni di archiviazione dati sicure.

  • Gestione dei rischi: Afterpay/Clearpay esegue il monitoraggio delle transazioni in tempo reale, in grado di rilevare e reagire alle attività insolite. La piattaforma si avvale di tecnologie avanzate di scoring delle frodi e di machine learning che si evolvono continuamente in base a nuovi dati, migliorandone l'efficacia. Inoltre, i limiti di velocità monitorano gli schemi di transazione, aggiungendo un ulteriore livello di sicurezza per volumi elevati di transazioni fraudolente.

  • Strumenti di prevenzione della perdita di dati (DLP): Afterpay/Clearpay impiega anche strumenti di protezione contro le fughe di dati interne ed esterne.

Lavorare con Afterpay/Clearpay

Per iniziare ad accettare Afterpay/Clearpay come modalità di pagamento, le attività devono soddisfare specifici requisiti tecnici, legali e normativi. I requisiti di base includono la registrazione e il possesso di licenze adeguate in tutte le aree in cui opera l'attività e il rispetto di tutte le leggi e le normative fiscali applicabili, come le procedure antiriciclaggio (AML) e di adeguata verifica della clientela (KYC) e le leggi sulla privacy dei dati come il GDPR o il California Consumer Privacy Act (CCPA). Le attività devono soddisfare i requisiti tecnici seguenti per poter lavorare con Afterpay:

  • Compatibilità con la piattaforma di e-commerce: le attività che vogliono accettare Afterpay devono avere un negozio online compatibile. Afterpay/Clearpay dispone di plugin e API per l'integrazione nelle più comuni piattaforme di e-commerce come Shopify, WooCommerce e Magento, collegando il gateway di pagamento di Afterpay al sistema di pagamento online dell'attività.

  • Connessione Internet stabile: una connessione Internet affidabile è necessaria per un'elaborazione fluida delle transazioni con Afterpay/Clearpay.

  • Conformità agli standard PCI DSS: le attività devono aderire agli standard PCI DSS per la gestione sicura dei dati delle carte.

Se soddisfano questi requisiti tecnici, le attività possono iniziare il processo di configurazione come esercenti Afterpay/Clearpay completando i seguenti passaggi:

  • Richiesta online: le attività devono presentare ad Afterpay/Clearpay le informazioni aziendali di base e i dettagli finanziari attraverso un modulo di richiesta online sicuro, oltre a fornire una prova dell'identità e della proprietà dell'attività a scopo di verifica. Il team di Afterpay esamina la richiesta e prende una decisione entro un determinato periodo di tempo.

  • Impostazione dell'account: se la richiesta viene approvata, le attività devono registrarsi presso Afterpay/Clearpay per creare un conto esercente. Durante questo processo potrebbero essere valutate la stabilità finanziaria e l'affidabilità creditizia dell'attività. Dopo la registrazione, le attività devono attivare l'account per impostare i pagamenti.

  • Integrazione: le attività devono poi integrare Afterpay/Clearpay nei propri sistemi di pagamento. Per farlo possono scegliere tra varie opzioni di integrazione basate su API o utilizzare plugin predefiniti per le piattaforme di e-commerce più diffuse, a seconda del metodo più adatto alla piattaforma e alle proprie capacità tecniche. L'integrazione di Afterpay consente alle attività di aggiungere questa modalità di pagamento ai loro processi di pagamento sia nei negozi che online.

  • Test pre-lancio: le attività devono condurre test approfonditi prima di avviare l'attività di accettazione dei pagamenti. Le attività devono anche verificare che Afterpay/Clearpay supporti le valute e i paesi richiesti prima di integrare questa modalità di pagamento.

Le attività che utilizzano Stripe come elaboratore di pagamento possono anche impostare Afterpay/Clearpay tramite Stripe. Per farlo, dovranno completare i seguenti passaggi:

  • Confermare di avere un account Stripe attivo esistente: le attività devono confermare che la loro piattaforma supporta le integrazioni con Stripe e Afterpay/Clearpay. Dovranno integrare l'API di Stripe nella loro piattaforma, se non l'hanno già fatto.

  • Attivare Afterpay/Clearpay come modalità di pagamento: le attività devono attivare Afterpay nel proprio account Stripe. Ciò potrebbe comportare ulteriori verifiche.

  • Testare il funzionamento: le attività possono testare il funzionamento della modalità di pagamento nell'ambiente di test di Stripe.

  • Assicurare la conformità alle normative e ai regolamenti PCI e locali: le attività possono esporre in modo chiaro sui loro siti web il contratto d'uso e l'informativa sulla privacy di Stripe, che copre l'uso di Stripe e Afterpay/Clearpay.

  • Monitorare regolarmente le transazioni: dopo l'attivazione, le attività devono verificare periodicamente la presenza di eventuali problemi o schemi insoliti.

Alternative ad Afterpay/Clearpay

In ognuno dei mercati principali di Afterpay esistono diverse alternative di pagamento della concorrenza. In Australia e Nuova Zelanda, Afterpay è il leader del mercato dei pagamenti a rate, ma deve affrontare la forte concorrenza di Zip, Humm e Laybuy. In Nord America, Klarna e Affirm sono i principali concorrenti nel mercato dei pagamenti a rate. Afterpay/Clearpay detiene una quota di mercato relativamente piccola nel comparto europeo dei pagamenti a rate, dominato da Klarna, ma è uno dei principali attori in questo mercato nel Regno Unito, dove i suoi concorrenti sono Klarna e Laybuy.

I principali concorrenti di Afterpay/Clearpay sono indicati di seguito:

  • Klarna: Klarna è un colosso svedese del settore dei pagamenti a rate con una forte presenza in Europa e Nord America. Offre opzioni di pagamento simili a quelle di Afterpay/Clearpay, tra cui i piani di pagamento "Paga in 4" e "Paga in 30 giorni".

  • Zip: Zip è un fornitore australiano di servizi di pagamento a rate in rapida crescita, con una forte presenza in Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti. Offre diverse opzioni di pagamento, tra cui piani di rateizzazione senza interessi in Australia (che possono essere impostati su base settimanale, quindicinale o mensile) o l'opzione "Paga in 4" in tutti gli altri paesi.

  • Sezzle: Sezzle è un'azienda che opera nel settore dei pagamenti a rate con sede negli Stati Uniti che offre le opzioni "Paga in 2", "Paga in 4" e "Paga a cadenza mensile". Opera principalmente nel mercato statunitense, ma recentemente si è espansa anche in Canada.

  • Affirm: Affirm è un fornitore di servizi di pagamento a rate con sede negli Stati Uniti che offre opzioni di finanziamento a lungo termine, in genere per gli acquisti più consistenti. Ha stretto partnership con importanti venditori al dettaglio come Peloton e Wayfair.

  • Laybuy: Laybuy è un'azienda neozelandese che offre servizi di pagamento a rate, presente in Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito. Ha un'opzione di pagamento "Paga in 6".

  • Carte di credito: sebbene le carte di credito abbiano termini e tassi di interesse diversi rispetto ai servizi di pagamento a rate, sono comunque un'alternativa per pagamenti flessibili.

  • Carte di debito e bonifici bancari: alcune banche dispongono di soluzioni "acquista ora, paga dopo" collegate alle carte di debito o ai conti bancari, che offrono una funzionalità simile a quella dei servizi di pagamento a rate.

  • Finanziamento POS: alcuni venditori al dettaglio offrono opzioni di finanziamento proprie in fase di completamento della transazione come alternativa ai servizi di pagamento a rate.

Tutto pronto per iniziare?

Crea un account e inizia ad accettare pagamenti senza la necessità di stipulare contratti o di comunicare le tue coordinate bancarie. In alternativa, contattaci per progettare un pacchetto personalizzato per la tua attività.