Come avviare un'attività negli Stati Uniti: guida completa ai passaggi essenziali

Atlas
Atlas

Avvia la tua azienda in pochi clic e preparati ad addebitare pagamenti ai clienti, assumere il tuo team e raccogliere fondi.

Ulteriori informazioni 
  1. Introduzione
  2. 1. Individua l’opportunità giusta
  3. 2. Prepara un business plan dettagliato
  4. 3. Decidi la struttura giuridica della tua attività
  5. 4. Crea i documenti interni chiave
  6. 5. Registra l’attività
  7. 6. Ottieni un EIN (Employer Identification Number)
    1. Perché ti serve un EIN
    2. Come ottenere un EIN
  8. 7. Richiedi tutte le licenze e i permessi necessari
  9. 8. Apri un conto bancario business
    1. Perché ti serve un conto bancario aziendale
    2. Come aprire un conto bancario business
  10. 9. Esplora le opzioni di finanziamento per le start-up
    1. Perché è necessario esplorare opzioni di finanziamento
  11. 10. Richiedi una carta di credito aziendale
    1. I vantaggi di una carta di credito aziendale
    2. Considerazioni chiave quando si richiede una carta di credito aziendale
  12. 11. Scegli un software di contabilità adatto
    1. Vantaggi di lavorare con un potente software di contabilità
    2. Elementi importanti da considerare quando si sceglie un software di contabilità
  13. 12. Conosci e pianifica gli adempimenti fiscali
    1. Aspetti chiave della comprensione e della pianificazione della fiscalità
    2. Passaggi per un’efficiente pianificazione fiscale
  14. 13. Proteggi la tua attività con un’assicurazione
    1. Ecco alcuni tipi di assicurazione da prendere in considerazione
    2. Passaggi per ottenere un’adeguata assicurazione aziendale
  15. 14. Stabilisci una presenza online
  16. 15. Configura un sistema di elaborazione dei pagamenti
  17. 16. Pianifica le assunzioni
  18. 17. Prendi in considerazione i prestiti aziendali

Il percorso di un imprenditore è pieno di opportunità e sfide. Richiede un approccio ben strutturato e una chiara comprensione dei processi implicati nell'avvio di una nuova attività. Secondo la Small Business Administration degli Stati Uniti, nel 2022 erano presenti 33,2 milioni di piccole attività operanti in tutto il paese, una cifra che dimostra l'entusiasmante potenziale offerto da questo contesto.

Anche se avviare un'attività può sembrare molto complesso, il processo è gestibile se suddiviso in passaggi ben definiti e attuabili. Il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti riporta che nel 2022 sono state create quasi 1,4 milioni di nuove attività, il che sottolinea quanto questo processo possa essere accessibile, con la giusta guida e preparazione. Per gli aspiranti imprenditori, la comprensione degli elementi coinvolti nell'avvio di un'attività costituisce una base affidabile per trasformare un concetto di business in un'impresa pienamente funzionante.

Questa guida si concentra sui passaggi pratici necessari per avviare un'attività, dall'identificazione della giusta opportunità di business alla pianificazione delle assunzioni e dei finanziamenti. Che tu stia appena iniziando a dare forma alla tua idea di business o sia sul punto di portare i tuoi sogni al livello successivo, questa guida offre consigli pratici e approfondimenti per aiutarti a lanciare la tua attività.

Contenuto dell'articolo

  1. Individua l'opportunità giusta
  2. Prepara un business plan dettagliato
  3. Decidi la struttura giuridica della tua attività
  4. Crea i documenti interni chiave
  5. Registra l'attività
  6. Ottieni un EIN (Employer Identification Number)
  7. Richiedi tutte le licenze e i permessi necessari
  8. Apri un conto bancario business
  9. Esplora le opzioni di finanziamento per le start-up
  10. Richiedi una carta di credito aziendale
  11. Scegli un software di contabilità adatto
  12. Conosci e pianifica gli adempimenti fiscali
  13. Proteggi la tua attività con un'assicurazione
  14. Stabilisci una presenza online
  15. Configura un sistema di elaborazione dei pagamenti
  16. Pianifica le assunzioni
  17. Prendi in considerazione i prestiti aziendali

1. Individua l'opportunità giusta

L'avvio di un'attività inizia con la giusta opportunità di business. Cerca un'opportunità che non si limiti a colmare una lacuna nel mercato, ma che sia anche in linea con le tue competenze, i tuoi interessi, il tempo di cui disponi e le tue capacità di investimento.

  • Competenze e interessi
    Le tue competenze e i tuoi interessi riflettono le tue passioni e i tuoi talenti naturali, il tuo background formativo e le tue esperienze professionali. Che si tratti di creare un'impresa nel settore della panificazione, della programmazione informatica o degli animali, getti le basi per il successo se per avviare la tua attività sfrutti le tue competenze e i tuoi interessi.

  • Tempo disponibile
    Ogni attività richiede un impegno in termini di tempo, ma la quantità di questo tempo può variare notevolmente. Valuta quanto ne puoi dedicare alla tua nuova impresa e sii realista. Se attualmente hai un impiego a tempo pieno, un'attività secondaria che richiede alcune ore a settimana potrebbe avere più senso per te. Poiché nelle fasi iniziali le attività richiedono spesso tempo e attenzione extra, è importante considerare i propri impegni personali e professionali prima di cominciare.

  • Capacità di investimento
    La quantità di denaro che puoi investire nella tua attività gioca un ruolo significativo nel determinare quale sia l'opportunità giusta. Alcune attività richiedono sostanziali investimenti iniziali in attrezzature, immobili o inventario. Altre invece, come molte attività online o basate su servizi, richiedono investimenti minori. Una visione chiara delle risorse finanziarie di cui disponi ti aiuterà a restringere le opportunità a quelle realmente fattibili.

Per individuare l'opportunità giusta occorre introspezione e analisi. In definitiva, le migliori opportunità di business sono dove le tue competenze, i tuoi interessi, la tua disponibilità e le tue risorse finanziarie trovano un punto di incontro.

2. Prepara un business plan dettagliato

La preparazione di un business plan dettagliato è un passaggio fondamentale per avviare una nuova attività. Un business plan ti aiuta a organizzare i pensieri e a fissare obiettivi chiari, oltre a fungere anche da roadmap per la crescita della tua attività. È uno strumento importante per presentare la tua idea a potenziali investitori e finanziatori.

  • Modello di business
    Il tuo modello di business è la spina dorsale del tuo business plan. Descrive il modo in cui la tua attività crea, fornisce e acquisisce valore. Quali prodotti o servizi offrirai? Chi sono i tuoi clienti target? Quali canali utilizzerai per fornire questi prodotti o servizi? Come genererai ricavi? Rispondere a queste domande ti aiuterà a definire il tuo modello di business. Ad esempio, potresti vendere prodotti online, offrire servizi in abbonamento o fornire una piattaforma per altri venditori. Ogni modello di business comporta considerazioni operative e finanziarie diverse.

  • Strategie
    Il tuo business plan dovrebbe definire le tue strategie in materia di marketing, vendite, operazioni e crescita. Quali metodi utilizzerai per attrarre e fidelizzare i clienti? Come opererà la tua attività quotidianamente? Come gestirai l'inventario, le consegne e l'assistenza clienti? Come sarà la tua attività tra un anno? Tra cinque anni? Tra dieci? Quando avvii e fai crescere la tua attività, avere una visione e una strategia chiare è fondamentale.

  • Proiezioni finanziarie
    Una parte importante del tuo business plan è dettagliare le tue proiezioni finanziarie. Questa sezione dovrebbe includere l'investimento iniziale, i ricavi, i costi e la redditività previsti. Le proiezioni dovrebbero comprendere conti economici, rendiconti di flussi di cassa e bilanci almeno per i primi tre anni. In queste proiezioni finanziarie devi restare in un ambito realistico e considerare gli scenari migliori, medi e peggiori.

All'inizio la creazione di un business plan può sembrare un'ardua impresa. Ma questo documento non deve essere statico: deve evolversi insieme alla tua attività come strumento per monitorare i tuoi progressi e adattare le tue strategie secondo necessità. Sono disponibili online molte risorse e strumenti che possono guidarti nella creazione del tuo business plan, inclusi modelli, guide e soluzioni software.

Il tuo business plan dovrebbe essere un documento completo, che fornisce un'immagine chiara della tua attività, dei suoi obiettivi e di come li raggiungerai. Definendo il tuo modello di business, le tue strategie e le tue proiezioni finanziarie disporrai di una base solida su cui costruire e far crescere la tua attività.

3. Decidi la struttura giuridica della tua attività

La scelta della struttura giuridica della tua attività ha un impatto diretto su quanto pagherai di imposte, sul livello di responsabilità personale che dovrai sostenere e sulla tua capacità di raccogliere fondi da investitori. Esistono diverse strutture giuridiche comuni tra cui scegliere:

  • Ditta individuale
    Questa è la struttura aziendale più semplice ed è ideale per chi possiede e gestisce la propria attività in autonomia. È facile da costituire e ti offre il controllo completo sulla tua attività. Tuttavia, con questo tipo di struttura i tuoi beni personali possono essere a rischio se l'attività incorre in debiti o problemi di carattere legale.

  • Partnership
    Se stai avviando un'attività con una o più persone, una partnership potrebbe essere la scelta giusta. Esistono diversi tipi di partnership, ma in generale ogni partner contribuisce all'attività e condivide profitti e perdite.

  • Limited Liability Company (LLC)
    Una LLC offre la flessibilità di una partnership o di una ditta individuale, ma con la tutela della responsabilità di una Corporation. Questo significa che i tuoi beni personali sono in genere protetti se l'attività incorre in debiti o in provvedimenti giudiziari.

  • Corporation
    Esistono diversi tipi di Corporation, tra cui le C-Corporation e le S-Corporation. Queste strutture sono più complesse e spesso sono adatte per le attività di maggiori dimensioni o per chi cerca investitori. Le Corporation forniscono ai titolari la massima tutela della responsabilità personale, ma sono più costose da costituire e presentano maggiori requisiti in termini di rendicontazione contabile.

Comprendere queste strutture e le relative implicazioni può aiutarti a fare la scelta più informata per la tua attività. Valuta la possibilità di richiedere una consulenza legale prima di prendere questa decisione.

4. Crea i documenti interni chiave

Oltre a registrare la tua attività, per descrivere come verrà gestita potresti dover creare della documentazione interna, come ad esempio un accordo operativo o di partnership. La creazione di documenti interni è parte integrante della costituzione della tua attività. Questi documenti servono da guida per descrivere nel dettaglio la struttura gestionale, i processi decisionali e le procedure operative. Ecco alcuni tipi di documenti interni:

  • Accordo di partnership
    Se stai formando una partnership, è importante disporre di un accordo di partnership. Questo documento delinea le modalità in cui verranno distribuiti profitti e perdite, come verranno prese le decisioni, cosa succede se un partner vuole uscire o se uno nuovo vuole unirsi all'attività e come verranno risolte le contestazioni. Dovrebbe inoltre comprendere disposizioni su ciò che accadrà all'attività in caso di morte di un partner. Questo accordo può aiutare a prevenire malintesi e contestazioni in futuro.

  • Accordo operativo
    Per una LLC, l'equivalente di un accordo di partnership è un accordo operativo. Questo documento definisce la titolarità e i doveri dei soci della LLC, la ripartizione dei profitti e delle perdite e altri dettagli operativi. Anche le LLC formate da un unico socio possono trarre vantaggio dalla presenza di un accordo operativo, perché questo documento aiuta a rafforzare la separazione tra l'attività e i beni personali del titolare.

  • Statuto
    Se intendi costituire una Corporation, è richiesto uno statuto. Lo statuto delinea il modo in cui sarà gestita la società, i ruoli e le responsabilità degli amministratori e dei dirigenti, le procedure richieste per lo svolgimento delle assemblee e la votazione delle decisioni societarie, nonché altre questioni di governance aziendale.

  • Manuale dei dipendenti
    Indipendentemente dalla struttura scelta per la tua attività, se prevedi di assumere personale un manuale dei dipendenti può essere uno strumento prezioso. Definisce con chiarezza le aspettative per i dipendenti e aiuta a garantire un trattamento uniforme per tutto il personale. Può includere dettagli su orari di lavoro, retribuzioni e promozioni, ferie e assenze per malattia, nonché altre politiche aziendali su argomenti quali molestie e utilizzo dei social media.

  • Manuali di procedure e politiche
    Questi documenti forniscono linee guida per diversi aspetti della tua attività, come l'assistenza clienti, il reso dei prodotti, la fatturazione e le riscossioni. Questi manuali possono contribuire a garantire uniformità ed efficienza delle operazioni.

Adattali alla tua attività specifica e rivedili regolarmente man mano che la tua attività si evolve. Durante la stesura di questi documenti è una buona idea consultare un avvocato societario per garantire che siano completi e conformi a tutte le leggi e le normative pertinenti. Predisporre questi documenti interni nelle fasi iniziali del processo può aiutare a prevenire confusione e conflitti futuri.

5. Registra l'attività

Una volta decisa la struttura più appropriata, dovrai registrare la tua attività presso gli enti governativi competenti. In genere, il processo di registrazione prevede la presentazione di documenti presso l'ufficio del Segretario di Stato del tuo stato e il pagamento di una tariffa.

La registrazione della tua attività è un passaggio fondamentale per legittimare la tua impresa e renderla un'entità giuridica distinta. Per procedere in questa fase occorre scegliere una ragione sociale e decidere la sede per la tua attività, quindi registrarla presso diversi enti governativi.

  • Ragione sociale
    La ragione sociale è il nome che utilizzerai su tutta la modulistica inoltrata alle autorità governative. Rappresenta inoltre l'identità del tuo brand. Assicurati che la ragione sociale che desideri adottare sia univoca e non sia attualmente utilizzata o registrata da un'altra azienda. Per farlo è in genere necessario condurre una ricerca del nome nel database delle attività del tuo stato. Se prevedi di operare con un nome diverso dalla ragione sociale ufficiale, ovvero con un nome commerciale, dovrai registrare anche quello.

  • Sede dell'attività
    Per registrare la tua attività devi fornire anche una sede fisica, che potrebbe essere il tuo indirizzo di residenza se gestisci un'attività da casa oppure un indirizzo commerciale se operi da un ufficio, un negozio al dettaglio o uno spazio industriale. La località in cui ti registri influirà sui requisiti di carattere fiscale e legale applicabili.

  • Registrazione federale
    Nella maggior parte dei casi dovrai richiedere un ID fiscale federale, noto come EIN (numero di identificazione del datore di lavoro). L'EIN è come un numero di previdenza sociale per la tua attività ed è richiesto per le Corporation e le LLC. Avrai bisogno di un EIN per assumere dipendenti, aprire un conto bancario business e presentare le dichiarazioni dei redditi della tua attività. Esamineremo gli EIN in maggiore dettaglio più avanti.

  • Registrazione statale
    I requisiti di registrazione delle attività possono variare in modo significativo da stato a stato. In genere, se stai costituendo una LLC o una Corporation, dovrai registrarti presso l'ente statale responsabile delle pratiche societarie, solitamente il segretario di stato. La registrazione comporta di solito il deposito dell'atto costitutivo ("articles of organization" per una LLC o "articles of incorporation" per una Corporation) e il pagamento di una tassa di deposito.

  • Registrazione locale
    A seconda di dove ha sede la tua attività, potresti doverla registrare anche a livello di contea o di città, spesso tramite l'ottenimento di una licenza o di un permesso commerciale.

Registrare la tua attività può sembrare un processo complesso, ma è un passaggio fondamentale per avviare la tua impresa. Conferisce alla tua attività un riconoscimento di carattere giuridico, ti garantisce di pagare le tasse corrette e aiuta a proteggere i tuoi beni personali. Valuta la possibilità di consultare un commercialista o un avvocato societario per assicurarti di aver preso in considerazione tutti gli elementi di base.

6. Ottieni un EIN (Employer Identification Number)

Ottenere un EIN (Employer Identification Number), a volte indicato come codice di identificazione fiscale federale, è un passo importante nella costituzione della tua nuova attività. Un EIN è un numero identificativo univoco di nove cifre che l'IRS (Internal Revenue Service) assegna alle attività che operano negli Stati Uniti.

Ottenere un EIN è un passaggio semplice ma necessario a supporto di molti processi operativi aziendali, tra cui operazioni bancarie, dichiarazione dei redditi e gestione del personale. La procedura è facile e gratuita, quindi dovrebbe essere uno dei primi passi da intraprendere nel percorso di avvio della tua attività. Ecco perché hai bisogno di un EIN e come puoi ottenerne uno:

Perché ti serve un EIN

Per Corporation, partnership ed LCC (Limited Liability Company) è necessario un EIN. Per le ditte individuali potrebbe non essere richiesto, a meno che non abbiano dipendenti o non soddisfino altri criteri dell'IRS. Ti serve un EIN per aprire un conto bancario business, richiedere licenze e permessi commerciali, presentare una dichiarazione dei redditi e assumere dipendenti, oltre che per altre operazioni importanti. L'utilizzo di un EIN invece del numero di previdenza sociale personale può offrire maggiore sicurezza in quanto riduce il rischio di furto di identità.

Come ottenere un EIN

Puoi richiedere un EIN direttamente all'IRS. Il modo più veloce è inviare una domanda online sul sito web dell'IRS, ma puoi anche fare una richiesta via fax, posta o per telefono (per i candidati internazionali). La richiesta comporta la compilazione del modulo SS-4, in cui è necessario inserire informazioni quali la ragione sociale, l'indirizzo e il tipo di attività.

Se fai la richiesta online, riceverai il tuo EIN immediatamente dopo la convalida delle informazioni inserite. Per le richieste via fax occorrono in genere circa quattro giorni lavorativi per ricevere l'EIN, mentre per quelle tramite posta possono essere necessarie fino a quattro settimane.

Una volta che l'IRS assegna un EIN alla tua attività, quel numero non viene mai riemesso o riutilizzato. Tuttavia, se la tua attività cambia struttura (ad esempio, da ditta individuale a LLC) o proprietà, potresti dover ottenere un nuovo EIN. Richiedere e ottenere un EIN è completamente gratuito.

7. Richiedi tutte le licenze e i permessi necessari

Per l'avvio della tua attività è essenziale richiedere le licenze e i permessi necessari, che ti consentiranno di operare nel quadro giuridico della tua regione, aiutandoti al contempo a creare credibilità e fiducia nei clienti. Le licenze e i permessi specifici richiesti dipenderanno dalla natura e dalla sede della tua attività nonché dalle normative delle autorità locali, statali e federali competenti. Ecco una panoramica del processo complessivo:

  • Identifica le licenze e i permessi necessari: per prima cosa dovrai determinare quali licenze e permessi si applicano alla tua attività. Tra le tipologie più comuni troviamo le licenze commerciali generali, licenze professionali (per determinate professioni, come quelle nell'ambito della cosmetologia o dell'architettura), permessi sanitari per le attività che trattano alimenti e permessi per le insegne nel caso di negozi fisici. Le attività di rivendita di determinati prodotti, come alcolici o armi da fuoco, potrebbero richiedere delle licenze speciali.

  • Informati sulle normative: acquisisci familiarità con le normative locali, statali e federali. Il sito web dell'amministrazione della tua città o della tua contea è un buon punto di partenza per conoscere i requisiti locali. Per i permessi e le licenze statali e federali, puoi consultare risorse come la guida della SBA (Small Business Administration) alle licenze e ai permessi federali e il sito web ufficiale del governo del tuo stato.

  • Richiedi licenze e permessi: una volta determinato quali licenze e permessi sono necessari, il passaggio successivo è richiederli. Per farlo occorre compilare la documentazione relativa alla domanda, pagare le tariffe richieste e, occasionalmente, sottoporsi a ispezioni o verifiche per garantire che l'attività sia conforme agli standard normativi. Tieni presente che il tempo di elaborazione di queste richieste può variare, quindi procedi con largo anticipo rispetto a quando prevedi di avviare le operazioni.

  • Mantieni la conformità: dopo aver ottenuto licenze e permessi, mantienili aggiornati e rinnovali come necessario. Alcuni di questi scadono dopo un certo periodo e devono essere rinnovati. Il mancato rinnovo può comportare sanzioni o addirittura la chiusura della tua attività.

  • Valuta una consulenza professionale: in caso di dubbi sulla procedura di richiesta delle licenze o se vuoi assicurarti di considerare tutti gli elementi fondamentali, valuta la possibilità di consultare un avvocato societario o un commercialista certificato (CPA, Certified Public Accountant) che possa garantire che la tua attività soddisfi tutti i requisiti di legge.

La richiesta di licenze e permessi implica un'attenta ricerca, tempo e risorse. È un passaggio fondamentale che legittima la tua attività e ne garantisce la conformità alle normative locali, statali e federali.

8. Apri un conto bancario business

L'apertura di un conto bancario dedicato per la tua attività ti aiuta a gestire le tue finanze in modo efficace, mantenendo una netta distinzione tra quelle personali e quelle aziendali. Ecco altri dettagli sul perché un conto bancario business è importante e su come aprirne uno:

Perché ti serve un conto bancario aziendale

Sono diversi i motivi per cui un conto bancario business aiuterà la tua attività:

  • Separazione tra finanze personali e business
    Separare le finanze personali da quelle dell'attività aiuta a semplificare la contabilità, la stesura delle dichiarazioni fiscali e la gestione finanziaria. Un conto bancario business consente registrazioni chiare e accurate dei redditi e delle spese della tua attività, che possono risultare preziose nei periodi di scadenze fiscali e per analizzare le prestazioni finanziarie.

  • Professionalità
    L'utilizzo di un conto aziendale può aumentare la tua credibilità presso clienti e fornitori, in particolare quando emetti e ricevi pagamenti. Trasmette un messaggio di legittimità e solidità per la tua impresa.

  • Protezione dei beni
    Per le LLC o le Corporation, tenere separate le finanze aziendali da quelle personali è necessario per mantenere la tutela della responsabilità personale offerta da queste strutture.

  • Maggiore facilità nell'ottenimento di credito o prestiti commerciali
    Un conto bancario business aiuta a stabilire una storia bancaria per la tua attività, che può risultare utile in caso di richiesta di credito o prestiti commerciali.

Come aprire un conto bancario business

Il processo varia a seconda della banca, ma ecco i passaggi generali da seguire:

  • Scegli la banca giusta per le tue esigenze: considera fattori quali la reputazione della banca, la comodità delle sue filiali, il suo servizio di assistenza clienti, i tipi di conti che offre, le commissioni associate ai conti e gli eventuali servizi aggiuntivi forniti di cui la tua attività potrebbe aver bisogno.

  • Raccogli la documentazione necessaria: gli esatti documenti di cui avrai bisogno dipendono dalla struttura giuridica della tua attività. In genere, tra i vari documenti, le banche richiedono l'EIN dell'attività, la documentazione di carattere legale relativa alla sua registrazione nonché documenti di identificazione personale.

  • Scegli il tipo giusto di conto bancario aziendale: a seconda delle tue esigenze puoi scegliere tra diversi tipi di conti aziendali, come conti correnti business, conti di risparmio e conti esercente.

  • Apri il conto di persona oppure online: alcune banche ti consentono di aprire un conto bancario aziendale online, mentre altre potrebbero richiederti di recarti di persona in una filiale.

Aprire un conto bancario aziendale è un passo importante che offre numerosi vantaggi, dalla semplificazione della contabilità alla legittimazione della tua attività. Assicurati di effettuare i raffronti necessari e di scegliere la banca e il tipo di conto più adatti alle esigenze specifiche della tua attività.

9. Esplora le opzioni di finanziamento per le start-up

A seconda della natura della tua attività, per iniziare potresti aver bisogno di finanziamenti significativi. Dall'acquisto di inventario all'assunzione di personale, dall'affitto di spazi per uffici a quello di attrezzature essenziali, i costi di avvio possono accumularsi rapidamente. Identificare potenziali fonti di finanziamento è pertanto una parte importante del processo di pianificazione. Ecco altri dettagli sul perché è necessario esplorare diverse opzioni e alcune potenziali fonti di finanziamento:

Perché è necessario esplorare opzioni di finanziamento

Che tu debba acquistare materie prime, affittare una sede fisica, sostenere costi per attività di marketing o coprire le spese operative quotidiane, l'avvio di un'attività comporta di solito costi iniziali consistenti. Comprendere le diverse opzioni di finanziamento può aiutarti a trovare il modo più conveniente per raccogliere il capitale necessario, gestire il flusso di cassa in modo efficace e ridurre al minimo i rischi finanziari.

Possibili opzioni di finanziamento

  • Autofinanziamento
    Per molti imprenditori, il primo posto in cui cercare fondi sono i risparmi personali. L'autofinanziamento ti offre pieno controllo sull'attività, ma può comportare un sostanziale rischio finanziario personale.

  • Familiari e amici
    Amici e familiari potrebbero essere in grado di fornire finanziamenti sotto forma di prestiti, spesso con tassi di interesse inferiori rispetto a quelli offerti dagli istituti finanziari tradizionali. Ma questa opzione può potenzialmente mettere a dura prova le relazioni personali.

  • Crowdfunding
    Piattaforme come Kickstarter e Indiegogo consentono agli imprenditori di raccogliere piccole quantità di finanziamenti da molte persone, spesso in cambio di ricompense o azioni.

  • Investitori informali e venture capitalist
    Si tratta di persone o aziende che investono in attività in cambio di quote di capitale. In genere, gli investitori informali supportano le attività in fase iniziale, mentre i venture capitalist investono somme maggiori in aziende con un comprovato potenziale di crescita.

  • Prestiti e linee di credito
    Le banche e altri istituti finanziari offrono diversi tipi di prodotti di prestito e linee di credito per le attività. Questi possono comprendere prestiti a termine, linee di credito aziendali o finanziamenti per attrezzature.

  • Sovvenzioni
    A seconda della sua tipologia, la tua attività potrebbe essere idonea per sovvenzioni da parte di enti governativi, organizzazioni non profit e aziende. Queste opportunità sono spesso disponibili per attività in settori specifici o per quelle guidate da persone provenienti da contesti svantaggiati o che servono comunità specifiche.

  • Credito commerciale
    È possibile che i fornitori offrano credito commerciale, che consente di ritardare il pagamento di beni o servizi, liberando così liquidità per altre spese immediate.

Esplorare opzioni di finanziamento per le start-up è un passo fondamentale nel lancio di una nuova attività. L'opzione di finanziamento che funziona meglio dipenderà dal tuo modello di business, dalla tua situazione finanziaria e dagli obiettivi a lungo termine della tua attività. Per aiutarti nella decisione, valuta la possibilità di chiedere consiglio a un consulente finanziario.

10. Richiedi una carta di credito aziendale

Le carte di credito aziendali possono aiutarti a gestire le finanze della tua azienda, a separare le spese aziendali da quelle personali, a costruire la storia creditizia della tua attività e possono persino offrire premi interessanti. Vediamo più da vicino questo passaggio.

I vantaggi di una carta di credito aziendale

  • Separazione tra spese personali e aziendali
    Una carta di credito aziendale ti aiuta a differenziare le spese aziendali dalle quelle personali. Questa distinzione è importante per garantire una contabilità e dichiarazioni fiscali accurate.

  • Creazione di una storia creditizia aziendale
    Utilizzare regolarmente una carta di credito aziendale ed effettuare pagamenti tempestivi può aiutarti a costruire una storia creditizia solida per la tua attività, che può risultare utile per richiedere prestiti o credito aggiuntivo in ​​futuro.

  • Gestione del flusso di cassa
    Come le normali carte di credito, le carte di credito aziendali spesso offrono un periodo di grazia tra il momento in cui effettui un acquisto e la scadenza del pagamento. Questo ritardo può aiutare a gestire il flusso di cassa, soprattutto se sei in attesa di pagamenti dai clienti o ti trovi in un momento di entrate irregolari.

  • Premi e vantaggi
    Molte carte di credito aziendali offrono premi come cashback, punti viaggio o sconti sugli acquisti aziendali.

Considerazioni chiave quando si richiede una carta di credito aziendale

  • Tassi d'interesse
    Come qualsiasi carta di credito, quelle aziendali prevedono tassi di interesse. Cerca una carta con un basso tasso percentuale annuo (APR, Annual Percentage Rate) se pensi di portare un saldo.

  • Commissioni
    Alcune carte prevedono commissioni annuali, penali per ritardato pagamento e altri costi. Assicurati di conoscere tutti i potenziali addebiti prima di scegliere una carta.

  • Limite di credito
    A seconda delle dimensioni e delle esigenze di spesa della tua attività, andranno prese in considerazione carte che offrano limiti di credito adeguati.

  • Struttura di premi
    Se ti interessa guadagnare premi dalle spese aziendali, confronta le relative proposte delle diverse carte. Alcune possono offrire premi più elevati per categorie in linea con le spese aziendali.

  • Termini di rimborso
    Assicurati di conoscere i termini di rimborso della carta, inclusi il periodo di grazia e i requisiti minimi di pagamento.

Richiedere una carta di credito aziendale di solito comporta la fornitura di informazioni sulla tua attività, come il numero EIN, dati personali ed eventualmente la tua storia creditizia personale. Come sempre, è importante utilizzare il credito in modo responsabile, effettuare acquisti che la tua attività possa permettersi e saldare tempestivamente quanto dovuto per evitare addebiti e interessi non necessari.

11. Scegli un software di contabilità adatto

Scegliere il giusto software di contabilità ti aiuta a monitorare entrate e uscite e a preparare bilanci, previsioni, budget, fatturazione e dichiarazioni dei redditi. Ecco una panoramica dettagliata di questo passaggio.

Vantaggi di lavorare con un potente software di contabilità

  • Efficienza
    Il software di contabilità automatizzata può farti risparmiare ore di contabilità manuale. Oltre a monitorare le vendite e a registrare le spese, questo software può connettersi direttamente al conto bancario e alla carta di credito business per scaricare le transazioni.

  • Accuratezza
    Un software di contabilità riduce il rischio di errore umano. I calcoli automatizzati basati sulle più recenti normative fiscali garantiscono accuratezza e conformità.

  • Controllo finanziario
    Mantenendo i tuoi dati finanziari organizzati e in un unico posto, un software di contabilità ti aiuta a monitorare la salute finanziaria della tua attività in tempo reale. Puoi generare facilmente diversi tipi di report, come conti economici, bilanci e previsioni di flusso di cassa.

  • Possibilità di crescita
    Man mano che la tua attività cresce, crescono anche le tue esigenze di gestione finanziaria. Molti tipi di software di contabilità offrono livelli o piani diversi, consentendoti di ampliare il tuo piano in base alle necessità.

Elementi importanti da considerare quando si sceglie un software di contabilità

  • Facilità di utilizzo
    Il software scelto dovrebbe essere intuitivo e facile da utilizzare. Tu e il tuo personale dovreste essere in grado di effettuare operazioni in modo rapido ed efficiente, senza bisogno di una formazione approfondita.

  • Funzionalità
    Individua le funzionalità più importanti per la tua attività, come ad esempio: monitoraggio di entrate e uscite, fatturazione, integrazione di buste paga, preparazione di dichiarazioni fiscali, accesso multiutente, accessibilità da dispositivo mobile e funzionalità di reportistica.

  • Costo
    Il costo dei software di contabilità può variare sensibilmente. Considera la struttura tariffaria del software (tariffa mensile, abbonamento annuale, costo per utente) e le funzionalità che offre, quindi raffrontale al tuo budget.

  • Integrazione
    Verifica se il software si integra bene con altri sistemi che utilizzi nella tua attività, come il tuo sistema POS o quelli per l'elaborazione delle carte di credito e la gestione dell'inventario.

  • Assistenza
    Assicurati che il fornitore del software offra supporto sufficiente tramite tutorial, una knowledge base, chat, email o assistenza telefonica.

  • Sicurezza
    Poiché la protezione di informazioni e dati finanziari è fondamentale, verifica che il software disponga di efficaci misure di sicurezza.

Esistono diverse eccellenti soluzioni software di contabilità per le piccole attività, tra cui QuickBooks, Xero, FreshBooks, Zoho Books e Wave. Molte di queste offrono una prova gratuita, quindi puoi testarle per vedere quale si adatti meglio alle tue esigenze. Quello che funziona per un'attività potrebbe non funzionare per un'altra, quindi valuta attentamente le necessità della tua.

12. Conosci e pianifica gli adempimenti fiscali

Conoscere e pianificare gli adempimenti fiscali è una parte indispensabile dell'avvio di un'attività. La certezza della conformità a tutte le leggi fiscali pertinenti e la possibilità di sfruttare i crediti e le detrazioni disponibili può farti risparmiare una notevole quantità di denaro e potenziali grattacapi di carattere legale in futuro.

Aspetti chiave della comprensione e della pianificazione della fiscalità

  • Struttura aziendale e implicazioni fiscali
    La struttura della tua attività (ditta individuale, partnership, LLC, Corporation) determinerà il tipo di modulo che presenterai per la dichiarazione dei redditi. Influirà anche sul modo in cui avviene la tua remunerazione e su quali imposte pagherai. Ad esempio, una Corporation potrebbe essere soggetta a "doppia tassazione", ovvero gli utili vengono tassati a livello aziendale e poi di nuovo quando sono distribuiti come dividendi, mentre una LLC può offrire il vantaggio di una tassazione pass-through, dove gli utili non sono tassati a livello aziendale ma vengono invece trasferiti alle dichiarazioni dei redditi personali degli azionisti.

  • Obblighi fiscali
    A seconda della tua attività potresti dover pagare una serie di imposte diverse: sul reddito, sul lavoro autonomo, sui salari, sulle vendite, sulla proprietà ed eventualmente altre. Effettua una ricerca per conoscere i tuoi obblighi ai sensi delle leggi federali, statali e locali.

  • Pagamenti fiscali stimati
    Se sei un lavoratore autonomo o un imprenditore, probabilmente dovrai effettuare pagamenti fiscali stimati ogni trimestre. Si tratta dei pagamenti anticipati dell'imposta sul reddito e di quella sul lavoro autonomo che si prevede di dover versare per l'anno.

  • Crediti e detrazioni fiscali
    Trarre vantaggio dei numerosi crediti e detrazioni fiscali disponibili per le attività consente di ridurre notevolmente il carico fiscale. Le detrazioni più comuni comprendono le spese per l'home office, viaggi di lavoro, spese pubblicitarie e il costo delle merci vendute.

Passaggi per un'efficiente pianificazione fiscale

  • Tenuta di registri dettagliati: una tenuta dei registri dettagliata e accurata è la base di una buona pianificazione fiscale. Tieni traccia di tutte le spese, i ricavi e le ricevute della tua attività. In questo modo sarà più semplice richiedere tutte le detrazioni ammissibili e fornire la documentazione necessaria in caso di accertamenti.

  • Conoscenza delle scadenza: segna tutte le scadenze fiscali rilevanti sul calendario per evitare sanzioni per ritardato pagamento. Tipi diversi di imposte possono avere date di scadenza diverse.

  • Consulenza professionale: le leggi fiscali possono essere complesse e perdere una detrazione o commettere un errore può essere costoso. Valuta la possibilità di rivolgerti alla consulenza di un commercialista, soprattutto nella fase di avvio della tua attività. Questa figura professionale può aiutarti a orientarti nel panorama fiscale e a sviluppare un piano per ridurre al minimo i tuoi oneri fiscali.

  • Pianificazione della spesa fiscale: le imposte sono una spesa come le altre, quindi inseriscile nel tuo budget. Questo può aiutarti a evitare spiacevoli sorprese durante la stagione fiscale.

  • Aggiornamento costante: le leggi fiscali cambiano regolarmente. Utilizza le risorse messe a disposizione dall'IRS e dal dipartimento fiscale del tuo stato per assicurarti un aggiornamento costante sulle ultime modifiche che potrebbero influire sulla tua attività. Se ti affidi a un consulente fiscale, anche questa figura professionale sarà un'importante fonte di informazioni.

Comprendere e pianificare gli adempimenti fiscali ti consente di gestire le risorse finanziarie della tua attività in un modo strategico, che favorisce crescita e sostenibilità.

13. Proteggi la tua attività con un'assicurazione

La creazione di un'attività comporta la sua parte di rischi: finanziari, operativi, legali e personali. Scegliere la giusta assicurazione può contribuire a proteggere la tua attività da questi rischi.

A prima vista, un'assicurazione potrebbe sembrare solo un'altra spesa nel lungo elenco dei costi di avvio, ma il valore che offre è immenso. Per molte attività, i costi associati a un singolo incidente, disastro naturale o a una sola causa legale potrebbero essere devastanti. La giusta copertura assicurativa può offrirti tranquillità e permetterti di concentrarti su ciò che conta di più: la crescita della tua attività.

Ecco alcuni tipi di assicurazione da prendere in considerazione

  • Assicurazione di responsabilità civile generale
    Questo tipo di assicurazione è fondamentale per ogni attività. Copre le spese legali e i risarcimenti in caso di denuncia per presunta negligenza, lesioni personali o danni alla proprietà. Ad esempio, se un cliente scivola e cade nel tuo negozio e fa causa, l'assicurazione di responsabilità civile generale coprirà le spese mediche e le eventuali spese legali.

  • Assicurazione sulla proprietà
    L'assicurazione sulla proprietà è importante se possiedi o affitti uno spazio fisico per la tua attività. Questa assicurazione copre l'edificio e il suo contenuto, come inventario, attrezzature e mobili, da danni dovuti a eventi quali incendi, furti ed eventi atmosferici.

  • Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro
    Se prevedi di assumere dipendenti, avrai bisogno di un'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. Questo tipo di assicurazione copre cure mediche, invalidità e indennizzi se un dipendente si infortuna o muore per cause di lavoro.

  • Assicurazione di responsabilità civile professionale
    Conosciuta anche come assicurazione per errori e omissioni (E&O), copre la tua attività in caso di richieste di risarcimento per negligenza dovute a danni derivanti da errori o inadempienze. Questo tipo di assicurazione è particolarmente indicata per le attività che forniscono servizi.

  • Assicurazione di responsabilità civile dei prodotti
    Se la tua attività produce o vende prodotti fisici, prendi in considerazione un'assicurazione sulla responsabilità dei prodotti, che ti copre se uno dei tuoi prodotti provoca lesioni o danni.

  • Assicurazione per l'interruzione dell'attività
    Questo tipo di assicurazione ti risarcisce per la perdita di reddito se la tua attività non può operare come al solito a causa di un evento imprevisto come un incendio o una catastrofe naturale.

Passaggi per ottenere un'adeguata assicurazione aziendale

  • Valuta i rischi: individua i rischi a cui la tua attività potrebbe essere esposta. Questi dipendono dalla natura dell'attività, dalla sua ubicazione, dal numero di dipendenti, ecc. Un agente o un broker assicurativo locale può aiutati in questa valutazione.

  • Dai un'occhiata alle offerte disponibili: le polizze assicurative variano in termini di costi e copertura. Procurati preventivi da diverse compagnie assicurative in modo da capire cosa è coperto ed escluso da ciascuna polizza prima di prendere una decisione.

  • Considera una polizza imprenditore: questa combina in un'unica polizza l'assicurazione di responsabilità civile generale e l'assicurazione sulla proprietà e spesso costa meno rispetto all'acquisto separato delle due polizze.

  • Rivedi annualmente la tua polizza: le tue esigenze assicurative possono cambiare man mano che la tua attività cresce e si evolve. Rivedi le tue polizze ogni anno oppure ogni volta che si verificano cambiamenti significativi nella tua attività.

  • Consulta professionisti: le polizze assicurative possono essere complesse e la giusta copertura per la tua attività può dipendere da molti fattori. Valuta la possibilità di chiedere consiglio a un professionista assicurativo che abbia familiarità con il tuo settore e possa guidarti verso una copertura adeguata.

Sebbene un'assicurazione richieda un costo iniziale, la protezione finanziaria che fornisce può essere inestimabile. La giusta assicurazione consente alla tua attività di affrontare gravi perdite, e persino il fallimento, a fronte di un evento o una causa legale importante.

14. Stabilisci una presenza online

Stabilire una presenza online è una parte importante dell'avvio di una nuova attività. La tua presenza online è l'interfaccia principale tra la tua attività e i potenziali clienti. Si tratta di una modalità essenziale per raggiungere il tuo pubblico, mostrare i tuoi prodotti o servizi e affermare il tuo brand. Ecco come iniziare:

  • Sviluppa un sito web professionale: il primo passo per stabilire una presenza online è creare un sito web professionale. Il tuo sito web rappresenta il volto della tua attività, quindi dovrebbe essere facile da navigare e veloce da caricare, esteticamente gradevole e contenere informazioni pertinenti sui tuoi prodotti o servizi. Il sito dovrebbe anche essere ottimizzato per i dispositivi mobili.

  • Scegli un nome di dominio: quando scegli un nome di dominio, assicurati che sia in linea con il tuo brand e facile da ricordare per i tuoi clienti.

  • Sviluppa una presenza forte sui social media: le piattaforme social ti aiutano a interagire con i tuoi clienti e a costruire una community attorno al tuo brand. A seconda del tuo pubblico target, potrebbe essere appropriato stabilire una presenza su piattaforme come Facebook, Instagram, X (in precedenza Twitter), LinkedIn, Pinterest o TikTok. Pubblica regolarmente contenuti che siano in sintonia con il tuo pubblico e riflettano la personalità del tuo brand. Interagisci con i tuoi follower rispondendo a commenti e messaggi.

  • Inserisci la tua attività nelle directory online: le directory online possono aiutarti a migliorare la tua visibilità, in particolare nelle ricerche locali. Piattaforme come Profilo dell'attività su Google, Yelp e Places for Business di Bing ti consentono di inserire la ragione sociale, l'indirizzo, le informazioni di contatto e altri dettagli sulla tua attività. Assicurati di mantenere aggiornate queste informazioni.

  • Gestisci la tua reputazione online: il monitoraggio e la gestione della tua reputazione devono avvenire in modo proattivo. Questo significa tenere d'occhio le recensioni e le menzioni sui social media e rispondere con tempismo e professionalità. Una buona gestione della reputazione può aiutarti a creare fiducia nei tuoi clienti.

Stabilire una presenza online è un processo continuo. Man mano che la tua attività si evolve, dovrai aggiornare e adattare la tua presenza online in modo che rifletta i cambiamenti nella tua attività e nel mercato.

15. Configura un sistema di elaborazione dei pagamenti

La configurazione di un sistema di elaborazione dei pagamenti è un passo fondamentale per le attività, soprattutto per quelle che operano online. Questo sistema consente alla tua attività di accettare ed elaborare i pagamenti dei clienti tramite carte di credito, carte di debito, wallet e altre forme di pagamento elettronico. Ecco una guida dettagliata per la configurazione di un sistema di elaborazione dei pagamenti:

  • Determina le tue esigenze: prima di configurare sistema di pagamento, valuta le esigenze della tua attività e dei tuoi clienti. Hai bisogno di elaborare pagamenti sia online che in un negozio fisico? Quali modalità di pagamento preferiscono i tuoi clienti? Rispondere a queste domande può aiutarti a decidere quale tipo di soluzione per l'elaborazione dei pagamenti sia la scelta migliore per la tua attività.

  • Esplora le opzioni disponibili: esistono diversi tipi di elaboratori di pagamento tra cui scegliere, ciascuno dei quali offre diversi modelli di prezzo, funzionalità e pagamenti accettati. Fai una ricerca e confronta le varie opzioni in base alle tariffe, alla facilità d'uso, all'assistenza clienti e all'integrazione con i sistemi esistenti. Scopri di più su come Stripe potenzia i pagamenti per le attività di tutte le dimensioni.

  • Ottieni un conto esercente o una funzionalità di conto esercente: un conto esercente è un tipo di conto bancario che consente alla tua attività di accettare transazioni con carte di credito e di debito. Alcuni fornitori di servizi di elaborazione dei pagamenti, come ad esempio Stripe, estendono la funzionalità del conto esercente come parte dei propri servizi, mentre altri richiedono l'apertura di un conto in modo indipendente.

  • Configura hardware e software: se disponi di un negozio fisico, dovrai configurare hardware come lettori di carte o sistemi POS. Per le transazioni online, dovrai integrare l'API o il software dell'elaboratore di pagamento nel tuo sito web o nella tua app. Assicurati che il tuo sistema sia sicuro e conforme ai requisiti PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard) per proteggere i dati dei tuoi clienti.

  • Testa il sistema: prima del lancio, testa a fondo il tuo sistema di pagamento. Effettua alcune transazioni per verificare che la procedura di pagamento si svolga in modo fluido e che i fondi siano depositati correttamente sul tuo conto.

  • Forma il personale: se hai dipendenti, assicurati che si sentano a proprio agio con il nuovo sistema di pagamento. Devono sapere come elaborare le transazioni, emettere rimborsi e gestire eventuali problemi che potrebbero presentarsi.

Prenditi tutto il ​​tempo necessario per scegliere e configurare il sistema giusto per la tua attività. Man mano che la tua attività cresce le tue esigenze di elaborazione dei pagamenti potrebbero cambiare, quindi rivedi e aggiorna regolarmente il sistema in uso, se necessario.

Scopri di più su come Stripe supporta l'elaborazione dei pagamenti sia online che di persona.

16. Pianifica le assunzioni

La pianificazione delle assunzioni è una fase chiave nella missione di crescita di un'attività. Ecco come affrontare questo importante passaggio:

  • Valuta le tue esigenze: inizia individuando i ruoli che devono essere ricoperti nella tua attività. Quali mansioni fai fatica a portare a termine? Dove ti sarebbe utile avere dell'aiuto? Poiché le tue esigenze potrebbero cambiare con l'evoluzione della tua attività, questo dovrebbe essere un esercizio regolare e continuo.

  • Crea una descrizione dettagliata della posizione: per ogni ruolo, scrivi una descrizione chiara e dettagliata della posizione, che comprenda i doveri e le responsabilità del ruolo, le competenze e l'esperienza richieste, l'orario di lavoro e qualsiasi altra informazione pertinente. Una descrizione completa della posizione stabilisce aspettative chiare e aiuta ad attrarre i candidati giusti.

  • Determina la retribuzione: fai una ricerca di mercato per capire quali siano le fasce salariali competitive per ciascun ruolo. Considera tutte le componenti della retribuzione, compreso lo stipendio base, bonus, benefit ed eventuali azioni o stock option. Sii trasparente sulla retribuzione al fine di definire aspettative chiare.

  • Scegli i canali di reclutamento: esistono molti modi per trovare potenziali dipendenti, da bacheche con annunci di lavoro e agenzie di reclutamento a social media ed eventi di networking. Considera i tuoi candidati target e scegli i canali più efficaci per raggiungerli. Potresti anche prendere in considerazione un sistema di tracciamento dei candidati (ATS, Applicant Tracking System) per gestire le candidature e semplificare il processo di assunzione.

  • Intervista e valuta i candidati: quando inizi a ricevere candidature avrai bisogno di un processo per valutare i candidati, che può comportare più cicli di colloqui, valutazioni delle competenze o anche progetti "di prova". Sii coerente nel modo in cui valuti i candidati al fine di garantire equità ed efficacia della selezione.

  • Fai un'offerta e assumi: una volta trovato il candidato giusto, presenta un'offerta di lavoro formale. Se l'offerta viene accettata, pianifica un processo di onboarding completo per aiutare il neoassunto ad ambientarsi nel nuovo ruolo. Questo processo dovrebbe includere corsi di formazione, un'introduzione alle operazioni e alla cultura della tua attività e tutte le pratiche amministrative necessarie come la documentazione relativa alle risorse umane.

Assumere le persone giuste significa favorire il successo della tua attività, quindi vale la pena investire tempo e risorse in questo processo. Man mano che la tua attività cresce potresti anche dover valutare ulteriori funzioni nell'ambito delle risorse umane, come la gestione delle buste paga, l'amministrazione dei benefit e lo sviluppo e la formazione continua del personale.

17. Prendi in considerazione i prestiti aziendali

L'utilizzo di prestiti aziendali come parte della tua strategia finanziaria può essere un passo importante per accelerare la crescita della tua attività. Ecco come affrontare questo passaggio complesso ma essenziale:

  • Determina la tua necessità di un prestito: prima di lanciarti nel processo di richiesta di un prestito, valuta se ne hai realmente bisogno. Forse ti servono fondi per ampliare le tue operazioni, acquistare attrezzature, aumentare l'inventario, assumere personale o equilibrare il flusso di cassa. Chiarire quali siano le esigenze finanziarie della tua attività può aiutarti a prendere una decisione più informata sulla richiesta di un prestito.

  • Ricerca le varie tipologie di prestiti: esistono diversi tipi di prestiti disponibili per le attività, dai tradizionali prestiti bancari e della SBA (Small Business Administration) a linee di credito e prestiti online alternativi. Ognuna di queste tipologie ha i propri termini, tassi di interesse e requisiti. La scelta giusta per te dipenderà dalle esigenze specifiche, dalla situazione finanziaria e dalla fase della tua attività.

  • Considera i requisiti di idoneità: i finanziatori hanno criteri diversi per approvare i prestiti. Questi possono includere fattori come il tuo punteggio di credito, i ricavi aziendali, la redditività della tua attività e da quanto tempo operi. Prima di richiedere un prestito, controlla attentamente questi criteri per vedere se hai idoneità per ottenerlo.

  • Prepara la tua richiesta di prestito: una volta scelto un tipo di prestito e confermato di soddisfare i criteri del finanziatore, il passo successivo è preparare la richiesta di prestito, che comporta la compilazione di documenti finanziari come il tuo business plan, i bilanci, le dichiarazioni dei redditi e i dettagli della garanzia. Potrebbe anche essere necessario presentare un piano che descriva come intendi utilizzare il prestito e come lo rimborserai.

  • Confronta le offerte di prestito: se la tua richiesta di prestito viene approvata, potresti ricevere offerte da diversi finanziatori. Considera attentamente i termini di ciascuna offerta, inclusi il tasso di interesse, l'importo del prestito, la sua durata ed eventuali commissioni aggiuntive. Assicurati di capire a quanto ammonta il costo totale del prestito e in che modo i termini di rimborso si allineano alle proiezioni finanziarie della tua attività.

Assumersi un debito è un impegno serio che richiede attenta pianificazione e considerazione. Per guidarti ulteriormente in tutto il processo, rivolgiti a un consulente finanziario o mentore.

Non esiste una scorciatoia facile per avviare un'attività. Procedere in modo sbrigativo o saltare passaggi nei primi giorni può comportare complicazioni, confusione o persino responsabilità legale in futuro. Ma anche se molto del lavoro richiesto per avviare una nuova attività può sembrare seccante, non è eccessivamente complicato. Adottare un approccio ponderato e metodico a questo processo e affrontare ogni passaggio nell'ordine corretto ti fornirà una base in grado di supportare tutti gli obiettivi e i sogni che hai per la tua attività: esattamente ciò che, in primo luogo, ti ha motivato a iniziare questo percorso.

Tutto pronto per iniziare?

Crea un account e inizia ad accettare pagamenti senza la necessità di stipulare contratti o di comunicare le tue coordinate bancarie. In alternativa, contattaci per progettare un pacchetto personalizzato per la tua attività.