Concetti di base sulle API per l'emissione di carte: una guida dettagliata per le attività

Issuing
Issuing

Con oltre 100 milioni di carte create, Stripe Issuing è il provider di infrastrutture Banking-as-a-service preferito da start-up rivoluzionarie, piattaforme software innovative e imprese in evoluzione.

Ulteriori informazioni 
  1. Introduzione
  2. Cosa sono le API per l’emissione di carte?
  3. Come funzionano le API per l’emissione di carte?
  4. Tipi di carte che possono essere emesse
  5. Componenti delle API per l’emissione di carte
  6. Quali sono gli scopi delle API per l’emissione di carte?
  7. Vantaggi delle API per l’emissione delle carte
  8. Sfide e limitazioni delle API per l’emissione di carte
  9. Considerazioni di carattere normativo e sulla sicurezza
    1. Considerazioni di carattere normativo
    2. Considerazioni sulla sicurezza

Le API per l'emissione di carte rappresentano uno strumento di trasformazione per le attività che desiderano implementare soluzioni di pagamento con controllo e flessibilità maggiori. Tali API consentono alle organizzazioni di emettere carte fisiche o virtuali direttamente dai propri sistemi, eliminando la necessità di servizi terzi. Questo livello di controllo diretto offre alle attività nuove opportunità di progettare carte che corrispondano al loro brand e a casi d'uso specifici, come conti spese aziendali o programmi fedeltà per i clienti. Sebbene un report Citigroup del 2022 abbia rilevato che la domanda di API per carte commerciali è più forte in Asia, Europa, Medio Oriente e Africa, lo stesso report prevede che la domanda in Nord America continuerà a crescere.

La velocità con cui le attività possono emettere e distribuire le carte è un altro grande vantaggio delle API per l'emissione di carte. I metodi tradizionali comportavano spesso processi macchinosi e lunghi tempi di attesa, ma le API hanno rimosso molti di questi ostacoli scoraggianti. Le aziende possono ora emettere carte quasi istantaneamente e sono così in grado di rispondere rapidamente alle esigenze del mercato. Questa possibilità di implementazione rapida è particolarmente vantaggiosa in settori come fintech, commercio al dettaglio e servizi on-demand, dove la tempistica è un fattore chiave.

Le API per l'emissione di carte migliorano anche la trasparenza e la supervisione in termini finanziari. Le aziende possono tenere traccia delle spese in tempo reale, impostare limiti di spesa e anche classificare le transazioni per semplificare la contabilità. Poiché le attività si sforzano di ottenere una maggiore responsabilità e una migliore allocazione delle risorse, queste funzionalità comportano vantaggi sostanziali. Le API per l'emissione di carte rappresentano una soluzione lungimirante per le attività che desiderano migliorare la propria infrastruttura di pagamento, sebbene siano richieste una ricerca e una pianificazione attente prima di intraprendere il percorso.

Di seguito analizzeremo l'architettura, le funzionalità e i vantaggi strategici delle API per l'emissione di carte. Esamineremo anche le considerazioni in termini di conformità e le potenziali sfide che le attività devono valutare. Ecco cosa ti serve sapere prima di iniziare.

Contenuto dell'articolo

  • Cosa sono le API per l'emissione di carte?
  • Come funzionano le API per l'emissione di carte?
  • Tipi di carte che possono essere emesse
  • Componenti delle API per l'emissione di carte
  • Quali sono gli scopi delle API per l'emissione di carte?
  • Vantaggi delle API per l'emissione di carte
  • Sfide e limitazioni delle API per l'emissione di carte
  • Considerazioni di carattere normativo e sulla sicurezza

Cosa sono le API per l'emissione di carte?

Le API per l'emissione di carte sono interfacce che offrono accesso programmatico a istituti finanziari o servizi fintech specializzati, consentendo alle attività di emettere, gestire e controllare le carte di pagamento. Tali API fungono da pipeline per una serie di operazioni, tra cui la creazione, l'attivazione, il blocco, il monitoraggio delle transazioni e la richiesta di informazioni sul saldo delle carte, integrando queste funzionalità in ambienti software personalizzati. Altamente modulari e configurabili, le API consentono alle attività di personalizzare i propri sistemi di pagamento per soddisfare esigenze operative e requisiti normativi specifici.

Come funzionano le API per l'emissione di carte?

Ecco una panoramica più dettagliata su come funzionano le API per l'emissione di carte:

  • Avvio della chiamata API
    Nella prima fase del processo, l'applicazione dell'attività genera una chiamata API alla piattaforma di emissione delle carte. La chiamata include parametri specifici come le informazioni di identificazione del cliente, il tipo di carta, ovvero di debito o di credito, ed eventuali funzionalità particolari della carta, ad esempio le categorie di spesa. La chiamata API funziona come un set di istruzioni personalizzato e indica alla piattaforma di emissione delle carte esattamente ciò di cui l'attività ha bisogno.

  • Convalida dei dati e controlli di conformità
    Dopo la chiamata API, la piattaforma di emissione esegue una serie di controlli di validità e conformità. La piattaforma di emissione convalida i dati nella chiamata API per verificare che rispettino formati e requisiti predefiniti ed effettua inoltre controlli di conformità per garantire che il processo di emissione rispetti le normative finanziarie, come le regole di adeguata verifica della clientela (KYC) e le norme antiriciclaggio (AML).

  • Comunicazione con istituti finanziari e circuiti delle carte di credito
    Dopo la conferma della convalida e della conformità, l'API comunica con l'istituto finanziario o con il circuito delle carte di credito pertinente, ad esempio Visa o Mastercard. Spesso questa parte del processo include un secondo livello più rigoroso di convalida e controllo di conformità, che riflette i protocolli specifici dell'istituto finanziario o del circuito della carta.

  • Configurazione dell'account back-end
    Dopo aver ricevuto l'autorizzazione dagli istituti finanziari o dai circuiti delle carte di credito, l'API facilita la configurazione del back-end per la nuova carta. Ciò comporta la creazione di numeri di conto, l'impostazione dei limiti di transazione e la formulazione delle regole che governano l'utilizzo della carta in base ai parametri della chiamata API iniziale.

  • Conferma e restituzione dei dati
    Nella fase finale, l'API ritorna all'applicazione dell'attività per confermare l'emissione della carta. Con questa conferma l'API restituisce anche un payload di dati rilevanti, come il numero della carta, la data di scadenza ed eventuali altri parametri. L'applicazione dell'attività utilizza tali dati per operazioni successive, come la notifica al cliente o l'integrazione con i sistemi di gestione delle spese.

Ogni fase di questo processo comporta elevati livelli di personalizzazione e specificità. L'utilizzo delle API per l'emissione di carte consente alle attività di ottimizzare i propri sistemi di pagamento per soddisfare esigenze operative e requisiti di conformità specifici.

Tipi di carte che possono essere emesse

Ecco alcuni esempi dei tipi di carte che le attività possono emettere tramite le API:

  • Carte di debito fisiche
    Si tratta di carte tangibili collegate a un conto corrente che possono essere utilizzate presso gli sportelli bancomat o per transazioni POS. Le API per l'emissione di carte possono impostare limiti di spesa e restrizioni di prelievo personalizzabili, oltre a classificare le spese. Le funzionalità avanzate includono il blocco locale, in base al quale le carte funzionano solo in aree geografiche specifiche, nonché CVV dinamici che cambiano periodicamente per una maggiore sicurezza.

  • Carte di debito virtuali
    Si tratta di carte esclusivamente digitali che funzionano come le loro controparti fisiche, ma non hanno un componente fisico. Le carte di debito virtuali sono vantaggiose per le transazioni online e possono essere create o disabilitate on-demand. Le API per l'emissione di carte possono facilitare le carte monouso per transazioni online o pagamenti ricorrenti estremamente sicuri.

  • Carte di credito fisiche
    Alle carte di credito fisiche sono spesso associati ulteriori livelli di complessità, come verifiche del credito e tassi di interesse variabili. Le API per l'emissione di carte funzionano con moduli aggiuntivi che gestiscono le valutazioni del credito e del rischio e l'analisi del comportamento in termini di spesa. Alcune API gestiscono anche sistemi di premi o di punti associati alle carte di credito.

  • Carte di credito virtuali
    Le versioni digitali delle carte di credito fisiche sono utilizzate principalmente per acquisti online. Offrono le stesse possibilità di spesa basate sul credito, ma aggiungono un ulteriore livello di sicurezza per le transazioni digitali. Le carte virtuali sono spesso più facili e veloci da emettere rispetto alle carte di credito fisiche e le API per l'emissione di carte possono includere funzionalità per impostare limiti di spesa a breve termine o anche per creare carte che scadono dopo un unico utilizzo.

  • Carte prepagate
    Si tratta di carte con un saldo precaricato che funzionano senza la necessità di un conto bancario. Le API spesso gestiscono l'emissione in blocco di carte prepagate, utili per regali o erogazioni, e possono impostare limitazioni specifiche come date di scadenza e categorie di esercenti autorizzati.

  • Carte aziendali
    Ideate per l'uso aziendale, queste carte sono dotate di funzionalità quali limiti di spesa a livello di reparto e analisi avanzate delle transazioni. Alcune API per l'emissione di carte possono integrarsi con il software di gestione delle spese dell'attività, nonché facilitare le transazioni multivaluta e l'utilizzo internazionale.

  • Carte in co-branding o senza etichetta
    Le API per l'emissione di carte consentono alle attività di collaborare con istituti finanziari per emettere carte con il brand di entrambe le entità. Spesso queste carte sono associate a programmi di premi specifici e nell'API sono disponibili particolari moduli per la gestione delle partnership e la distribuzione dei premi.

Per ciascuno di questi tipi di carte, le attività possono personalizzarne l'aspetto fisico (o digitale) e le caratteristiche funzionali. Questo elevato livello di personalizzazione consente alle attività di soddisfare esigenze operative e requisiti di conformità specifici.

Componenti delle API per l'emissione di carte

  • Moduli per la creazione e la gestione delle carte
    Questi moduli supervisionano l'emissione e la governance delle carte fisiche e virtuali e forniscono opzioni per l'emissione immediata o la distribuzione scaglionata in base alle regole e alle condizioni stabilite dalla società emittente. Le attività possono utilizzarli per modificare le caratteristiche della carta dopo l'emissione, ad esempio cambiando i limiti di spesa o lo stato attivo della carta o limitando l'utilizzo a determinati tipi di transazioni.

  • Gestione delle autorizzazioni e delle transazioni
    Questi componenti agiscono come controllori e valutano se ogni transazione con carta deve essere consentita o rifiutata elaborando i dati delle transazioni in tempo reale e confrontandoli con regole o limitazioni preimpostate. Se, ad esempio, per una carta è previsto un blocco specifico per un codice MCC (Merchant Category Code), il componente rifiuta le transazioni provenienti dalle categorie con limitazioni.

  • Rilevamento delle frodi e valutazione del rischio
    Questi componenti utilizzano algoritmi di machine learning per analizzare i modelli di transazioni e contrassegnare potenziali attività fraudolente. Possono anche essere collegati a set di dati più ampi, come quelli di un sistema di informazioni creditizie o di un servizio di rilevamento delle frodi di terze parti. Questa parte dell'API è particolarmente approfondita nella valutazione e incorpora molteplici variabili, come velocità delle transazioni, modelli geografici e database di frodi note.

  • Gestione degli account e conformità
    Questa parte dell'API garantisce che tutte le carte emesse rispettino le leggi e le normative locali, federali e internazionali. Controlla ad esempio la conformità allo standard PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard), alle regole di antiriciclaggio (AML) e ai requisiti di adeguata verifica della clientela (KYC) e può anche generare report per controlli interni ed esterni.

  • Reportistica e analisi
    Questi componenti sono fondamentali per prendere decisioni basate sui dati poiché forniscono approfondimenti dettagliati su modelli di spesa, percentuali di approvazione e altro ancora. Possono generare report in tempo reale e integrarsi con i sistemi di business intelligence esistenti per offrire una visione coerente delle operazioni eseguite con le carte.

  • Liquidazione e riconciliazione
    Questi moduli sono destinati alla liquidazione delle transazioni completate e alla relativa riconciliazione con i record della società emittente. Il processo spesso comporta calcoli complessi per determinare le commissioni d'interscambio, gli addebiti del circuito della carta e altre specifiche finanziarie e definisce anche una struttura per risolvere contestazioni e storni.

  • Gestione di premi e programmi fedeltà
    Questo componente consente alla società emittente di definire, assegnare e gestire punti premio oppure offerte di cashback associati all'utilizzo della carta. Le versioni avanzate di questo componente possono anche supportare sistemi di premi a più livelli, promozioni stagionali o partnership con programmi fedeltà esterni.

Grazie a questi componenti diversi ma interconnessi, le API per l'emissione di carte consentono alle attività di emettere e gestire programmi per le carte complessi con una profondità e una granularità notevoli. Le attività possono adattare i propri programmi per le carte a requisiti operativi, profili di rischio e obiettivi aziendali estremamente specifici.

Quali sono gli scopi delle API per l'emissione di carte?

Le API per l'emissione di carte consentono alle aziende di creare prodotti finanziari personalizzati che vanno oltre la semplice facilitazione dei pagamenti per soddisfare esigenze specifiche.

  • Soluzioni di gestione delle spese
    Le attività possono utilizzare le API per creare carte aziendali altamente specifiche che applicano automaticamente politiche di spesa per i dipendenti. Tali carte possono essere emesse con limiti preimpostati per determinati tipi di spese o anche con un utilizzo limitato nel tempo. Un datore di lavoro, ad esempio, potrebbe impostare una carta in modo che funzioni solo durante un viaggio di lavoro specifico e limitarne l'utilizzo al trasporto e ai pasti.

  • Piattaforme di servizi on-demand
    Le attività che gestiscono piattaforme per gig work o altri servizi on-demand possono utilizzare le API per emettere carte per pagamenti per il proprio personale, eliminando in tal modo gli ostacoli legati all'integrazione con vari sistemi bancari per il deposito diretto. Tali carte consentono inoltre al personale di accedere immediatamente ai propri guadagni, contribuendo quindi a creare una forza lavoro più soddisfatta e impegnata.

  • Marketplace e piattaforme di e-commerce
    Per le piattaforme multifornitore, le API per l'emissione di carte possono facilitare la creazione di "conti secondari" legati al conto business principale, che possono essere finanziati in tempo reale in base a vendite, rimborsi o altri fattori. Il processo offre ai fornitori un accesso più rapido ai propri guadagni e una relazione finanziaria più trasparente con la piattaforma.

  • Programmi sanitari e di benefit
    Alcune attività utilizzano API per l'emissione di carte per creare conti di spese sanitarie specifici. Oltre a essere limitati alle spese mediche, tali conti sono spesso conformi alle normative previste per i conti HSA (Health Savings Account) o FSA (Flexible Spending Account). Le configurazioni avanzate possono anche limitare l'utilizzo a tipi specifici di fornitori o servizi medici, migliorando la conformità e riducendo il controllo amministrativo.

  • Programmi fedeltà e a premi
    Mentre i programmi fedeltà tradizionali si basano su punti o crediti digitali, una carta emessa tramite un'API può fungere da carta premio del brand. Le attività possono caricare i premi di cashback direttamente sulle carte o configurarle per offrire sconti presso il POS. Si tratta di un modo eccellente per incoraggiare la ripetizione degli acquisti e migliorare il coinvolgimento dei clienti.

  • Operatori del settore viaggi e turismo
    Le aziende che operano in questo settore possono sfruttare le API per emettere carte specifiche per i viaggi e per caricarle con più valute, consentendo ai viaggiatori di gestire comodamente le proprie finanze all'estero. Tali carte possono anche essere configurate con funzionalità di assicurazione di viaggio o dettagli dei contatti di emergenza per una maggiore sicurezza.

  • Soluzioni di pagamento B2B
    Grazie alle API per l'emissione di carte, un'attività può emettere carte a partner o fornitori per facilitare la fatturazione e i pagamenti. Anziché staccare assegni o inviare bonifici, le attività possono risparmiare tempo e ridurre gli errori finanziando istantaneamente queste carte con l'importo esatto del pagamento. Secondo uno studio di Juniper Research, inoltre, si prevede che il valore delle transazioni globali per il mercato di pagamenti B2B raggiunga 111 mila miliardi di dollari nel 2027 e di conseguenza la semplificazione del processo di pagamento potrebbe avere un impatto notevole sulle attività.

Le API per l'emissione di carte sono uno strumento versatile per le attività, poiché consentono loro di gestire con facilità interazioni finanziarie complesse e non sono solo un modo più rapido per emettere carte, ma rappresentano un metodo trasformativo per automatizzare e migliorare le operazioni finanziarie in una vasta gamma di settori.

Vantaggi delle API per l'emissione delle carte

L'adozione delle API per l'emissione di carte può apportare diversi vantaggi alle attività. Ecco una panoramica dettagliata:

  • Agilità operativa
    L'utilizzo delle API per l'emissione di carte consente alle attività di introdurre nuovi servizi e prodotti finanziari, evitando nel contempo i lunghi tempi di consegna tradizionali associati alla conformità normativa, alle partnership o allo sviluppo. Un venditore al dettaglio che desideri lanciare un programma fedeltà, ad esempio, non avrebbe bisogno di creare da zero una struttura finanziaria complessa se utilizzasse questa tecnologia. Il venditore può invece utilizzare un'API per implementare rapidamente carte brandizzate con meccanismi di ricompensa integrati, evitando di fatto processi dispendiosi in termini di tempo.

  • Visibilità finanziaria
    Grazie a funzionalità di reportistica avanzate, le API per l'emissione di carte forniscono alle attività informazioni granulari sui comportamenti di spesa, sull'allocazione delle risorse e altro ancora. Tali dati possono essere preziosi per la dirigenza, perché consentono rettifiche in tempo reale ai budget aziendali e alle politiche di spesa. Le attività possono accedere immediatamente ai dati tramite dashboard, ottenendo analisi finanziarie complete in grado di informare il processo decisionale.

  • Conformità normativa e gestione dei rischi
    Affrontare le normative finanziarie è un compito che richiede competenze specializzate e una notevole allocazione di risorse. Le API per l'emissione di carte sono spesso dotate di funzionalità di conformità normativa integrate che gestiscono i requisiti per l'adeguata verifica della clientela (KYC), le regole di antiriciclaggio (AML) e altre normative locali o specifiche del settore. Tali funzionalità possono alleviare, per le attività, la necessità di disporre di team legale specializzato per stare al passo con norme finanziarie complesse e in continua evoluzione.

  • Personalizzazione e controllo
    Uno dei vantaggi principali derivanti dall'utilizzo delle API per l'emissione di carte è la possibilità di ottimizzare i parametri relativi al comportamento della carta. Ciò significa che le attività possono controllare i limiti di spesa, le limitazioni geografiche e i tipi di transazioni consentite. Tali opzioni sono particolarmente utili nella gestione delle spese, perché possono ridurre l'errore umano e semplificare l'applicazione delle politiche.

  • Velocità di implementazione
    I lanci di prodotti finanziari tradizionali possono essere eventi prolungati, rallentati da vincoli normativi e complessità tecniche. Le API per l'emissione di carte possono accelerare notevolmente questo processo. Poiché le API sono in genere dotate di funzionalità predefinite e testate, le attività possono portare un concetto sul mercato in una frazione del tempo richiesto in precedenza.

  • Costi contenuti
    La creazione di servizi finanziari comporta spesso una serie di costi che possono includere spese per la configurazione dell'infrastruttura, la conformità normativa e l'operatività. A differenza delle alternative frammentarie, le soluzioni API sono generalmente fornite come un pacchetto di servizi con una struttura di prezzo trasparente. Ciò significa che le attività possono avere un'idea più chiara dell'impegno finanziario previsto ed evitare i costi iniziali, spesso proibitivi, della creazione interna dei sistemi.

  • Possibilità di crescita
    Quando un'attività cresce, le sue esigenze di gestione finanziaria possono diventare sempre più complesse. Le API per l'emissione di carte spesso forniscono soluzioni scalabili in grado di adattarsi alle dimensioni e alla complessità di un'attività. Che si tratti di aggiungere nuove carte o di integrare servizi aggiuntivi, come il supporto multivaluta, le API possono crescere insieme all'attività, senza richiedere una revisione complessiva del sistema.

Le API per l'emissione di carte rappresentano uno strumento versatile ed efficace per soddisfare numerosi requisiti delle attività e forniscono un modo agile, basato sui dati, conforme e personalizzabile per gestire le transazioni e le politiche finanziarie, consentendo di risparmiare tempo e ridurre i costi.

Sfide e limitazioni delle API per l'emissione di carte

Sebbene le API per l'emissione di carte offrano molti vantaggi, presentano anche sfide e limitazioni che le attività devono considerare. Esaminiamole in dettaglio:

  • Vincolo al fornitore
    Affidarsi ad API di terze parti per le transazioni finanziarie può comportare una dipendenza dal fornitore dell'API. Se il fornitore decide di modificare i prezzi, i termini di servizio o addirittura di sospendere l'API, l'attività potrebbe trovarsi in una posizione precaria. Per superare questo vincolo, può essere richiesto un investimento sostanziale, sia in termini di tempo che di risorse, per migrare a un nuovo sistema.

  • Preoccupazioni relative alla sicurezza dei dati
    I dati finanziari sono spesso l'obiettivo di attacchi informatici. L'utilizzo di API esterne per l'emissione di carte implica che le attività devono riporre la propria fiducia nelle misure di sicurezza del fornitore terzo. Anche se il fornitore dell'API dispone di protocolli di sicurezza avanzati, nessun sistema è completamente immune alle violazioni. Una lacuna nella sicurezza potrebbe significare gravi ripercussioni per l'attività.

  • Opzioni di personalizzazione limitate
    Sebbene le API per l'emissione di carte siano dotate di una vasta gamma di caratteristiche e funzionalità, potrebbero non coprire tutte le esigenze specifiche di un'attività. Una personalizzazione ulteriore, oltre a quella consentita dall'API, può essere difficile e richiedere soluzioni alternative elaborate. Questa limitazione può essere particolarmente problematica per le attività con requisiti altamente specifici o in rapida evoluzione.

  • Esposizione alle normative
    Sebbene molte API per l'emissione di carte dichiarino di gestire la conformità normativa, la responsabilità finale spetta all'attività che utilizza il servizio. La legislazione relativa ai servizi finanziari può differire notevolmente da giurisdizione a giurisdizione ed è soggetta a modifiche. Le attività devono monitorare i cambiamenti legislativi e adeguarsi, con un potenziale carico di lavoro considerevole anche con l'assistenza delle API.

  • Complessità della configurazione iniziale
    L'integrazione di un'API per l'emissione di carte nei sistemi dell'attività esistenti può essere un processo complicato che richiede competenze tecniche. Sebbene l'API stessa possa essere progettata per un utilizzo semplice, la configurazione iniziale spesso comporta più passaggi come la migrazione dei dati, il test del sistema e la formazione del personale. Queste attività possono richiedere tempo e distogliere risorse da altre operazioni.

  • Latenza e tempo di inattività
    Tutte le API sono soggette a tempi di inattività occasionali per manutenzione o problemi imprevisti. Nel settore finanziario, anche brevi periodi di indisponibilità possono avere un impatto considerevole sulle attività, mentre una latenza nell'elaborazione delle transazioni, seppur minima, può influire negativamente sull'esperienza del cliente.

  • Superamento dei costi
    Sebbene i servizi API abbiano spesso prezzi trasparenti, situazioni impreviste possono comportare costi superiori alle stime iniziali. I costi, ad esempio, potrebbero salire inaspettatamente quando i volumi delle transazioni aumentano senza preavviso. Per le attività è importante pianificare tali scenari al fine di evitare tensioni finanziarie.

  • Vincoli alla possibilità di crescita
    Sebbene le API per l'emissione di carte siano progettate per espandersi, in genere esistono limiti pratici alla rapidità con cui possono adattarsi ai cambiamenti improvvisi della domanda. Se un'attività sperimenta una fase di crescita esponenziale, potrebbe scoprire che l'API non è in grado di espandersi abbastanza rapidamente per soddisfare le nuove esigenze senza influire negativamente sulle prestazioni.

Sebbene le API per l'emissione di carte possano rivoluzionare il modo in cui un'attività gestisce le proprie transazioni finanziarie, le attività devono prevedere un'attenta pianificazione e procedure di due diligence accurate per affrontare queste sfide e limitazioni in modo efficace.

Considerazioni di carattere normativo e sulla sicurezza

L'utilizzo di API per l'emissione di carte introduce una serie di sfide specifiche in termini di normative e sicurezza che le attività devono esaminare attentamente. Esaminiamo questi fattori:

Considerazioni di carattere normativo

  • Conformità alle normative locali
    I servizi finanziari sono soggetti a numerose normative che variano in base alla giurisdizione. Sia nel caso del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) in Europa o del Dodd-Frank Wall Street Reform and Consumer Protection Act negli Stati Uniti, le attività devono garantire di rispettare completamente le normative locali e internazionali. Rimanere al corrente con i cambiamenti normativi richiede un monitoraggio attento e aggiornamenti costanti.

  • Regole di adeguata verifica della clientela (KYC) e di antiriciclaggio (AML)
    Sebbene molti fornitori di API offrano un certo livello di adeguata verifica della clientela (KYC) e di controlli antiriciclaggio (AML) nell'ambito del loro servizio, la responsabilità di mantenere la conformità ricade sull'attività. Le attività devono verificare l'identità dei propri clienti e monitorare le transazioni per eventuali operazioni sospette.

  • Standard PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard)
    Anche se la maggior parte delle API per l'emissione di carte dichiara di rispettare lo standard PCI, le attività non devono considerarla una garanzia generalizzata e devono eseguire le proprie procedure di due diligence per verificare che tutti i dati delle transazioni siano gestiti in conformità allo standard PCI.

Considerazioni sulla sicurezza

  • Crittografia dei dati
    Tutti i dati trasmessi, in particolare le informazioni finanziarie, devono essere crittografati tramite algoritmi potenti e aggiornati. Molti fornitori di API offrono la crittografia nell'ambito del loro servizio, ma anche le attività devono adottare misure di crittografia per massimizzare la sicurezza.

  • Controlli dell'accesso
    Le attività devono mettere in atto più livelli di autenticazione e autorizzazione per ridurre il rischio di accesso non autorizzato. L'autenticazione a due fattori (2FA) e i criteri relativi alle password complesse rappresentano la base di riferimento, ma, in base al contesto dell'attività, possono essere necessarie misure aggiuntive come la verifica biometrica.

  • Integrità e controllo dei dati
    Verifiche frequenti e controlli di integrità devono essere presenti in qualsiasi sistema di transazioni finanziarie. Le attività devono stabilire un protocollo continuo per verificare che i propri dati rimangano completi e non vengano manomessi. Ciò comporta spesso la gestione di log sicuri e l'implementazione di checksum.

  • Piani di risposta agli incidenti
    Nessun sistema è completamente a prova di errore. In caso di errore o di violazione della sicurezza, la disponibilità di un piano completo di risposta agli incidenti può mitigare i danni. Un piano di risposta agli incidenti efficace deve includere passaggi per isolare i sistemi colpiti e informare le parti interessate, oltre a fornire una roadmap per risolvere il problema e ripristinare i servizi.

  • Valutazione del rischio legato ai fornitori
    Prima di scegliere un fornitore di API, le attività devono condurre un'approfondita valutazione del rischio per esaminare i protocolli di sicurezza del fornitore. Ciò può comportare l'analisi accurata delle certificazioni di sicurezza del fornitore, l'esame della cronologia degli incidenti di sicurezza e l'esecuzione di controlli di sicurezza da parte di terze parti.

L'utilizzo delle API per l'emissione di carte comporta per le attività una serie di responsabilità che vanno oltre la semplice integrazione di nuova tecnologia. La conoscenza di queste considerazioni di carattere normativo e sulla sicurezza può consentire alle attività di mitigare i rischi potenziali e di prepararsi meglio per il futuro.

Tutto pronto per iniziare?

Crea un account e inizia ad accettare pagamenti senza la necessità di stipulare contratti o di comunicare le tue coordinate bancarie. In alternativa, contattaci per progettare un pacchetto personalizzato per la tua attività.