Che cos'è un terminale virtuale? Ecco tutto quello che devono sapere gli utenti di Stripe

Payments
Payments

Accetta pagamenti online, di persona e in tutto il mondo con una soluzione di pagamento sviluppata per qualsiasi tipo di attività, dalle start-up in espansione alle società internazionali.

Ulteriori informazioni 
  1. Introduzione
  2. Che cos’è un terminale virtuale?
  3. Come funziona un terminale virtuale?
  4. Quali tipi di attività utilizzano terminali virtuali?
  5. Vantaggi e un grande rischio dell’utilizzo dei terminali virtuali
  6. Stripe offre un terminale virtuale?

Per dare vita a un'attività di successo è fondamentale creare un ecosistema di pagamenti in grado di accettare i pagamenti dei clienti e di elaborare le vendite in qualsiasi momento e ovunque. Ma cosa succede se effettui vendite in un momento in cui non hai accesso ai tuoi terminali di elaborazione dei pagamenti abituali?

In questo caso entrano in gioco i terminali virtuali. Per la maggior parte degli utenti, un terminale virtuale non è un componente standard del sistema di gestione dei pagamenti, ma può essere un elemento importante.

Vedremo che cos'è un terminale virtuale, come funziona, perché potresti averne bisogno e cosa devono sapere gli utenti di Stripe per configurarne uno.

Contenuto dell'articolo

  • Che cos'è un terminale virtuale?
  • Come funziona un terminale virtuale?
  • Quali tipi di attività utilizzano terminali virtuali?
  • Vantaggi e un grande rischio dell'utilizzo dei terminali virtuali
  • Stripe offre un terminale virtuale?

Che cos'è un terminale virtuale?

I terminali virtuali operano utilizzando un software basato sul Web per offrirti la possibilità di elaborare i pagamenti elettronicamente, senza utilizzare un terminale POS (point of sale) fisico. Anche per gli utenti che normalmente utilizzano terminali POS, i terminali virtuali offrono un altro modo per elaborare le transazioni dei clienti provenienti da diverse fonti quando i terminali di pagamento tradizionali non sono disponibili.

Come funziona un terminale virtuale?

Le attività possono utilizzare i terminali virtuali per accettare i pagamenti dai clienti tramite telefono, email, fax o di persona attraverso un dispositivo connesso a Internet come un portatile, un tablet o uno smartphone. La maggior parte dei terminali virtuali accetta le carte di credito e di debito, nonché i pagamenti ACH. A differenza delle transazioni di persona effettuate con un lettore di carte, i terminali virtuali richiedono che l'utente immetta manualmente le informazioni sulla transazione e sul pagamento.

Quali tipi di attività utilizzano terminali virtuali?

Un terminale virtuale può essere utile per la maggior parte delle attività che accettano pagamenti dai clienti. Anche se non lo utilizzi spesso, la disponibilità di un terminale virtuale come parte della configurazione generale dei pagamenti ti permette di non dover mai ritardare l'elaborazione di una transazione imprevista. Per molte attività, i terminali virtuali possono essere lo strumento ideale per le operazioni quotidiane. Ecco alcuni esempi:

  • Ristoranti
    Non è raro che ristoranti e altre attività nel campo della ristorazione accettino ordini dei clienti online, via telefono e di persona, tutto nello stesso breve lasso di tempo. I terminali virtuali possono essere un elemento chiave nel sistema di pagamento complessivo di un ristorante in quanto offrono la possibilità di gestire transazioni da una vasta gamma di fonti.

  • Venditori al dettaglio
    I terminali virtuali possono essere utili anche per i venditori al dettaglio che effettuano vendite in contesti di diverso tipo. Se vendi, ad esempio, ceramiche fatte a mano e hai un punto vendita fisso ma vendi regolarmente anche in fiere d'artigianato o in modo informale agli amici, con un terminale virtuale puoi elaborare i pagamenti ovunque.

  • Freelance e consulenti
    Se lavori come freelance o consulente e incontri raramente i clienti di persona, come nel caso di scrittori, designer, contabili e molte altre occupazioni, con un terminale virtuale puoi accettare i pagamenti facilmente, senza investire in lettori di carte e terminali POS fisici che potrebbero rimanere inutilizzati.

Vantaggi e un grande rischio dell'utilizzo dei terminali virtuali

I vantaggi che derivano dal poter elaborare le transazioni dei clienti in qualsiasi momento e ovunque sono evidenti, ma questa comodità comporta anche un rischio. Ecco un elenco dei pro e dei contro dell'utilizzo di un terminale virtuale per l'elaborazione dei pagamenti:

  • Vantaggi

    • Comodità
      I terminali virtuali funzionano in qualsiasi dispositivo con un browser Internet. Poiché la maggior parte delle persone ha sempre con sé il proprio smartphone, l'accesso ai terminali virtuali è estremamente comodo.
    • Flessibilità
      I terminali virtuali possono essere utilizzati in quasi ogni contesto per accettare pagamenti da diverse fonti: di persona, per telefono, via email o persino per posta.
    • Acquisizione di vendite che potrebbero andare perse
      Il principale vantaggio dei terminali virtuali è la possibilità per i titolari delle attività (o per i dipendenti designati) di gestire facilmente una transazione di un cliente anche quando sono lontani dal terminale di pagamento fisico o online dell'attività. Ciò significa che l'attività non perderà vendite a causa dell'impossibilità di elaborare un pagamento, che potrebbe rappresentare una perdita non solo in termini di ricavi, ma anche di valore del cliente nel tempo.
  • Rischi

    • Preoccupazioni relative alla sicurezza
      Il principale punto a sfavore dei terminali virtuali è la sicurezza. Quando i pagamenti con carta vengono effettuati di persona utilizzando un lettore di carte, il lettore trasmette in modo sicuro le informazioni della carta alla soluzione POS dell'utente e quindi all'elaboratore del pagamento. Spesso, queste informazioni vengono crittografate durante la trasmissione per l'autorizzazione. Nelle transazioni online con carta non presente (CNP), il cliente inserisce le informazioni di pagamento, come il numero di carta, il codice CVV e l'indirizzo di fatturazione. Quando i pagamenti vengono effettuati manualmente con un terminale virtuale, l'utente inserisce i dati di pagamento, il che è intrinsecamente meno sicuro rispetto ad altre modalità di pagamento.

Stripe offre un terminale virtuale?

Le attività che utilizzano Stripe possono aggiungere un terminale virtuale alla loro piattaforma Stripe. Tuttavia, questi terminali non fanno parte delle soluzioni "chiavi in mano" di Stripe principalmente perché rendono più difficile il rispetto dei nostri rigorosi standard di sicurezza e conformità alle norme PCI-DSS.

L'aggiunta di un terminale virtuale al tuo account Stripe richiede un'API, che possiamo aiutarti a configurare. Dopo aver creato il terminale virtuale, potrai accedervi da qualsiasi browser tramite la Dashboard Stripe. Il nostro obiettivo è offrire a un'attività la possibilità di accettare pagamenti in qualsiasi momento e ovunque garantendo nel contempo che i pagamenti siano il più sicuri possibile. Per mantenere standard di sicurezza elevati, i pagamenti tramite terminale virtuale devono essere considerati un metodo di backup utile ma sporadico per accettare pagamenti via email, fax o telefono.

The content in this article is for general information and education purposes only and should not be construed as legal or tax advice. Stripe does not warrant or guarantee the accurateness, completeness, adequacy, or currency of the information in the article. You should seek the advice of a competent attorney or accountant licensed to practice in your jurisdiction for advice on your particular situation.

Tutto pronto per iniziare?

Crea un account e inizia ad accettare pagamenti senza la necessità di stipulare contratti o di comunicare le tue coordinate bancarie. In alternativa, contattaci per progettare un pacchetto personalizzato per la tua attività.