Autorizzazione delle carte: come funziona e cosa devono sapere le aziende

Scopri il processo di autorizzazione delle carte e offri ai tuoi clienti un'esperienza di transazione il più fluida possibile.

Payments
Payments

Accept payments online, in person, and around the world with a payments solution built for any business—from scaling startups to global enterprises.

Learn more 
  1. Introduzione
  2. Che cosè lautorizzazione della carta?
  3. Come funziona lautorizzazione della carta?
  4. Che cosè lacquisizione?
  5. Che cosè il regolamento dei pagamenti?
  6. Che cosè il modulo di autorizzazione di una carta di credito?
  7. I moduli di autorizzazione delle carte di credito sono sicuri?
  8. Che cosè la preautorizzazione di una carta?
  9. Perché lautorizzazione della carta non va a buon fine?
    1. Motivi di sicurezza
    2. Motivi finanziari
    3. Motivi tecnici

Se hai mai usato una carta di credito o di debito per fare un acquisto, hai già sperimentato il processo di autorizzazione della carta. Lo stesso vale se hai un'attività che consente ai clienti di pagare con carta di credito o di debito. Ogni giorno, in tutto il mondo, viene effettuato oltre un miliardo di transazioni con carta di credito e, per completarle, è necessaria un'autorizzazione. Tuttavia, nonostante si tratti di un aspetto di ordinaria amministrazione nella vita quotidiana della maggior parte delle persone e di una parte fondamentale dell'attività commerciale, sono in molti a non sapere granché del processo di autorizzazione delle carte.

L'autorizzazione di una carta è molto più complessa e importante della semplice verifica della disponibilità di fondi da parte del titolare della carta per completare un acquisto. Questo processo è un'efficiente misura di sicurezza che offre alle società emittenti di carte e alle aziende una prassi per individuare potenziali frodi prima che vengano messe a segno. In qualità di titolare di un'azienda, sapere come funziona l'autorizzazione della carta e perché alcune autorizzazioni non vanno a buon fine ti consentirà di predisporre la tua attività e di offrire ai tuoi clienti un'esperienza di transazione il più fluida possibile.

Contenuto dell'articolo

  • Che cos'è l'autorizzazione della carta?
  • Come funziona l'autorizzazione della carta?
  • Che cos'è l'acquisizione?
  • Che cos'è il regolamento dei pagamenti?
  • Che cos'è il modulo di autorizzazione di una carta di credito?
  • I moduli di autorizzazione delle carte di credito sono sicuri?
  • Che cos'è la preautorizzazione di una carta?
  • Perché l'autorizzazione della carta non va a buon fine?
    • Motivi di sicurezza
    • Motivi finanziari
    • Motivi tecnici

Che cos'è l'autorizzazione della carta?

L'autorizzazione della carta è l'approvazione da parte della società emittente di una carta di credito o di debito (in genere, una banca o una cooperativa di credito) che dichiara che il titolare della carta ha fondi sufficienti o dispone del credito necessario per coprire il costo di una transazione che sta completando tramite la carta.

In un certo senso, il termine "autorizzazione della carta" può riferirsi all'autorizzazione stessa, ad esempio può indicare che si dispone dell'autorizzazione della carta per un acquisto. Può anche indicare il processo con cui viene richiesta l'autorizzazione, ovvero la procedura per ottenere l'autorizzazione della carta.

Come funziona l'autorizzazione della carta?

Prima di addentrarci nel vero e proprio processo di autorizzazione della carta, dobbiamo elencare rapidamente tutte le parti principali coinvolte, che sono quattro:

  • Il cliente, che in questo contesto viene spesso indicato come titolare della carta
  • L'azienda
  • La società o banca emittente
  • La banca acquirente

L'autorizzazione della carta avviene di solito tramite un elaboratore di pagamento nell'ambito dei servizi che fornisce alle aziende. Molti elaboratori di pagamento svolgono molteplici ruoli per le aziende in materia di elaborazione dei pagamenti, tra cui quello di banca acquirente dell'azienda. Stripe, ad esempio, offre l'elaborazione dei pagamenti per le aziende, oltre alle funzioni di conto business e di banca acquirente. Una banca acquirente è una banca o un istituto finanziario che elabora i pagamenti con carta di credito o di debito per conto delle aziende, in particolare nell'ambito della comunicazione con le banche dei titolari delle carte, dette società emittenti o banche emittenti, per autorizzare le transazioni.

Ecco il processo con cui tutte queste parti comunicano tra loro per approvare una transazione (o non approvarla):

  1. Il cliente presenta una carta per il pagamento presso il punto vendita. L'autorizzazione della carta è necessaria sia per le transazioni online che per quelle di persona.
  2. Il software della soluzione POS dell'azienda invia automaticamente una richiesta all'elaboratore di pagamento o alla banca acquirente, chiedendo di autorizzare la transazione.
  3. La banca acquirente prende in carico la richiesta e la invia alla società emittente, tramite il circuito della carta, richiedendone l'approvazione.
  4. La banca emittente esamina il conto del titolare della carta per verificare due cose:
    • Assicurarsi che la carta sia valida.
    • Assicurarsi che i fondi o il credito disponibile siano sufficienti per coprire il costo dell'acquisto.
  5. La banca emittente comunica alla banca acquirente una delle due decisioni seguenti:
    • Approvata con un codice di autorizzazione. Se la banca emittente verifica che è tutto in regola, la carta è valida e i fondi sono sufficienti, risponde alla richiesta della banca acquirente approvando la transazione. Tale approvazione sarà accompagnata da un codice di autorizzazione.
    • Rifiutata con un codice di errore. Se la banca emittente ritiene che la transazione non possa essere autorizzata (tra poco vedremo i possibili motivi), lo comunica alla banca acquirente e invia un codice di errore.

Il processo di autorizzazione della carta dura solitamente pochi secondi. Nel brevissimo lasso di tempo che intercorre tra l'invio di una carta per il pagamento e il momento in cui sul lettore di carte compare il messaggio di approvazione, si svolgono tutte le fasi del processo descritto sopra.

Che cos'è l'acquisizione?

L'acquisizione è la fase del processo di pagamento con carta, in cui la banca acquirente dell'azienda richiede l'invio dei fondi autorizzati dal conto emittente. Durante l'autorizzazione della carta, la società emittente conferma che i fondi o il credito necessario a coprire il costo dell'acquisto è disponibile, ma il denaro non viene effettivamente trasferito. Questa operazione avviene subito dopo, durante l'acquisizione. L'acquisizione del pagamento può avere tempistiche diverse, ma, poiché la maggior parte delle autorizzazioni delle carte scade nel giro di 5-10 giorni, la gran parte delle aziende e dei loro elaboratori di pagamento acquisisce i fondi prima di quel momento.

Che cos'è il regolamento dei pagamenti?

Il regolamento dei pagamenti è il momento in cui i fondi delle transazioni dei clienti vengono effettivamente trasferiti dalla banca emittente del titolare della carta alla banca acquirente dell'azienda. Puoi vederla così:

  • L'autorizzazione al pagamento è il momento in cui la società emittente comunica che i fondi sono disponibili e ne autorizza l'utilizzo per l'acquisto.
  • L'acquisizione è il momento in cui la banca acquirente dell'azienda richiede l'invio dei fondi.
  • Il regolamento è il momento in cui i fondi passano effettivamente dal conto emittente al conto dell'azienda.

Ecco un esempio reale per chiarire la questione: supponiamo di effettuare un ordine per la consegna di generi alimentari a casa propria. L'app che stai utilizzando somma il costo stimato degli articoli selezionati, più l'imposta stimata, più la mancia per il fattorino. L'app conoscerà l'importo totale esatto solo al termine dell'ordine, ma dovrà ottenere un'autorizzazione preventiva dalla società emittente della carta di credito per assicurarsi che i fondi o il credito disponibile siano sufficienti a coprire l'importo. Quando effettui l'ordine e invii i dati della carta per il pagamento, l'app (o meglio la banca acquirente o l'elaboratore di pagamento dell'app) contatta la banca che ha emesso la carta e richiede l'autorizzazione per l'importo totale stimato dell'ordine, che probabilmente sarà leggermente superiore all'importo totale effettivo. Se la società emittente della carta autorizza la transazione, l'importo viene trattenuto sulla carta. Una volta che la transazione è stata effettivamente completata e l'app sa a quanto ammonta l'importo finale dell'ordine, richiederà l'acquisizione di tale importo. È un processo simile a quello che avviene quando la carta di credito con cui prenoti un hotel viene utilizzata per coprire le spese extra. L'hotel trattiene un certo importo sulla carta, ma al momento del check-out addebita solo le spese effettive.

Che cos'è il modulo di autorizzazione di una carta di credito?

Il modulo di autorizzazione di una carta di credito è un documento che i clienti (o i titolari delle carte) compilano per concedere alle aziende il permesso di addebitare un importo sulla loro carta di credito. I moduli di autorizzazione delle carte di credito vengono utilizzati più spesso per gli acquisti di importo elevato (ad esempio, automobili, computer e così via) che per i piccoli articoli di uso quotidiano. Vengono inoltre comunemente utilizzati per la creazione di nuovi abbonamenti e altri pagamenti ricorrenti. A volte i moduli di autorizzazione delle carte di credito sono generati digitalmente, altre volte sono stampati. Di solito, le aziende utilizzano questi moduli quando prevedono di addebitare un importo sulla carta in un secondo momento, quando il titolare della carta non è presente.

Le informazioni in un modulo di questo tipo devono includere:

  • Nome del titolare della carta
  • Numero di carta
  • Circuito della carta (Visa, Mastercard, American Express, Discover e così via)
  • Data di scadenza della carta
  • Codice postale di addebito del titolare della carta
  • Nome dell'azienda
  • Dichiarazione che autorizza gli addebiti
  • Firma del titolare della carta e data in cui è stata apposta la firma

Molti moduli di autorizzazione delle carte di credito includono inoltre alcune o tutte le informazioni seguenti:

  • Indirizzo di addebito e indirizzo di spedizione completi del titolare della carta
  • Numero di telefono del titolare della carta
  • Indirizzo email del titolare della carta
  • Informazioni di contatto dell'azienda
  • Importo dell'acquisto
  • Dicitura indicante che l'approvazione è per un pagamento ricorrente, se applicabile
  • Dettagli degli articoli o dei servizi compresi nell'acquisto
  • Numeri di identificazione del cliente, della fattura o dell'ordine di acquisto

I moduli di autorizzazione delle carte di credito sono sicuri?

La sicurezza dei moduli di autorizzazione delle carte di credito dipende interamente dalle misure di protezione adottate dall'azienda. Ad esempio, i moduli digitali di autorizzazione delle carte di credito tramite siti web di terze parti come DocuSign sono attentamente studiati per essere il più sicuri possibile. Al contrario, quando si tratta di un modello di modulo stampato, la sicurezza delle informazioni sensibili contenute nel modulo dipende da come l'azienda utilizzerà il modulo e i dati della carta di credito in esso contenuti dopo che il titolare della carta lo avrà compilato.

Che cos'è la preautorizzazione di una carta?

Quando la società emittente della carta esamina una richiesta di autorizzazione per una transazione, se i fondi disponibili sono sufficienti a coprire il costo della vendita, esegue una preautorizzazione sul conto del titolare della carta. I fondi o il credito disponibile verrà ridotto di un importo pari a quello della vendita, per evitare che il conto possa andare in rosso prima che i fondi della transazione in corso vengano trasferiti e inviati alla banca dell'azienda. Le preautorizzazioni sono un meccanismo utile per prevenire le frodi con carta e gli storni.

Supponiamo che una persona abbia 300 € a disposizione su una linea di credito e che acquisti qualcosa per 260 €. Se la sua carta non venisse preautorizzata dopo l'approvazione della transazione, potrebbe acquistare subito dopo qualcos'altro, ad esempio per 100 €, prima che i 260 € del primo acquisto vengano trasferiti dal suo conto. Una volta regolate tutte le transazioni, questa persona si troverebbe a sforare di 60 € il massimale, che non è una situazione ideale né per la società emittente né per il titolare della carta. Le preautorizzazioni di fatto permettono alle società emittenti di assicurarsi che i conti dei titolari delle carte riportino immediatamente il saldo reale disponibile, anche prima che tutte le transazioni in corso vengano regolate.

Le preautorizzazioni possono durare da pochi minuti a 31 giorni e vengono rimosse quando l'azienda riceve i fondi o quando l'autorizzazione scade.

Perché l'autorizzazione della carta non va a buon fine?

Se una società emittente di una carta rifiuta di autorizzare una transazione, il motivo rientra quasi sempre in una delle tre categorie seguenti.

Motivi di sicurezza

Il processo di autorizzazione della carta è il momento in cui più spesso si presentano segnali d'allarme relativi a potenziali frodi. Se la società emittente scopre che una carta è stata contrassegnata come rubata, smarrita o congelata, rifiuterà la transazione e probabilmente avvierà un'indagine più approfondita sul conto per verificare se ci sono state altre attività sospette. Allo stesso modo, se la carta è scaduta, la transazione non sarà autorizzata.

Per contribuire a ridurre il numero di autorizzazioni non andate a buon fine a causa di problemi legati alla sicurezza, le aziende possono, ad esempio, adottare forti misure offensive contro le frodi in generale. Gli utenti di Stripe hanno accesso a Stripe Radar, che utilizza il machine learning per prevenire le frodi senza impedire ai clienti reali di effettuare i pagamenti e applica l'autenticazione 3D Secure dinamico ai pagamenti ad alto rischio. Radar non richiede alcuna configurazione o integrazione aggiuntiva se si utilizzano già i prodotti Stripe.

Motivi finanziari

Se la società emittente esamina il conto del titolare della carta e scopre che i fondi o il credito disponibile non è sufficiente, rifiuta l'autorizzazione e respinge la transazione. Alcune società emittenti offrono una protezione da scoperto che consente di effettuare transazioni anche quando non sono disponibili fondi sufficienti, ma questa funzionalità è solitamente a pagamento e non è disponibile per tutti i conti. Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza di fondi impedisce di autorizzare una transazione.

Motivi tecnici

Ci sono anche motivi tecnici per cui un'autorizzazione di pagamento può non andare a buon fine. Questo problema è più comune con gli acquisti online, dove è più probabile che l'utente commetta errori mentre inserisce le informazioni sul pagamento. Le transazioni online sono tendenzialmente più soggette a errori tecnici a causa del rischio di frode più elevato nelle transazioni con carta non presente. In effetti, il tasso di autorizzazione delle transazioni online con carta di debito e di credito è inferiore del 10% rispetto a quello delle transazioni di persona con carta presente. Se le informazioni sul pagamento inviate per un acquisto online sono errate o sospette, è probabile che l'autorizzazione venga rifiutata dalla società emittente.

A volte all'azienda e al cliente viene comunicato il motivo specifico per cui un addebito viene rifiutato, altre volte semplicemente l'addebito non viene autorizzato. La quantità di informazioni che accompagnano un'autorizzazione rifiutata dipende da vari fattori, quali la società emittente della carta, l'elaboratore di pagamento dell'azienda, il tipo di sistema POS in uso e il fatto che la transazione sia avvenuta online o di persona.

L'autorizzazione della carta può non andare a buon fine per una serie di motivi, indipendentemente dal luogo in cui viene elaborata, ma ci sono misure che le aziende possono adottare per aumentare il tasso di autorizzazione. Il supporto di Stripe per i pagamenti è un passo importante in questa direzione: la piattaforma Stripe offre funzionalità di acquisizione intelligenti con integrazioni dirette con i principali circuiti delle carte di credito a livello globale, riducendo la latenza e migliorando l'affidabilità delle transazioni con carta. Gli utenti di Stripe hanno accesso agli approfondimenti a livello della società emittente e a campi dati ottimizzati, come i codici di risposta non elaborati, per avere maggiore visibilità su ciò che accade con i pagamenti. Grazie alla sua moderna piattaforma di acquisizione, Stripe impara continuamente da miliardi di punti dati aiutandoti a ottimizzare il routing e la messaggistica di ogni transazione: è un'infrastruttura di pagamenti progettata per migliorare i tassi di autorizzazione. Le soluzioni Stripe hanno consentito alle aziende di realizzare ricavi per miliardi impedendo il blocco dei pagamenti legittimi. Per informazioni su come Stripe consente alle aziende di ottimizzare le autorizzazioni, leggi qui.

Tutto pronto per iniziare?

Crea un account e inizia ad accettare pagamenti senza la necessità di stipulare contratti o di comunicare le tue coordinate bancarie. In alternativa, contattaci per progettare un pacchetto personalizzato per la tua attività.