Che cos'è l'adattamento del prodotto al mercato? Tutto quello che le start-up devono sapere

Atlas
Atlas

Avvia la tua azienda in pochi clic e preparati ad addebitare pagamenti ai clienti, assumere il tuo team e raccogliere fondi.

Ulteriori informazioni 
  1. Introduzione
  2. Perché l’adattamento del prodotto al mercato è importante?
  3. Che cosa indica l’adattamento del prodotto al mercato per un’attività?
  4. Come si misura l’adattamento del prodotto al mercato?
  5. Segnali che indicano l’insuccesso dell’adattamento del prodotto al mercato
  6. Segnali che potrebbero indicare un forte adattamento del prodotto al mercato

Per adattamento del prodotto al mercato si intende il livello con cui un prodotto soddisfa le esigenze di uno specifico mercato. Il prodotto dovrà risolvere almeno un problema significativo dei clienti. L'adattamento del prodotto al mercato favorisce l'acquisizione e la fidelizzazione dei clienti, influenzando la crescita e il successo del business. Può anche semplificare la raccolta di fondi, perché gli investitori sono invogliati a collaborare con attività che abbiano una rispondenza del mercato comprovata.

Tuttavia, non esiste una formula universale per determinare se la tua attività ha raggiunto questo obiettivo, a causa della natura specifica di ogni prodotto o mercato. Alcun approcci si focalizzano su metriche quantitative, come il tasso di crescita, il coinvolgimento degli utenti o un comportamento di acquisto ricorrente, mentre altri privilegiano feedback qualitativi come la soddisfazione dei clienti o le recensioni degli utenti. Per capire e misurare l'adattamento del prodotto al mercato, è importante bilanciare questi punti di vista.

In questo articolo spieghiamo che cos'è l'adattamento del prodotto al mercato, perché è importante, come misurarlo e quali sono i segnali che indicano se è stato ottenuto o meno.

Contenuto dell'articolo

  • Perché l'adattamento del prodotto al mercato è importante?
  • Che cosa indica l'adattamento del prodotto al mercato per un'attività?
  • Come si misura l'adattamento del prodotto al mercato?
  • Segnali che indicano l'insuccesso dell'adattamento del prodotto al mercato
  • Segnali che potrebbero indicare un forte adattamento del prodotto al mercato

Perché l'adattamento del prodotto al mercato è importante?

Per le start-up l'adattamento del prodotto al mercato è importante per diversi motivi. A differenza delle metriche di crescita, che misurano i progressi, l'adattamento del prodotto al mercato crea le basi per il successo. Il 42% delle start-up fallisce perché non soddisfa un'esigenza del mercato. Il monitoraggio dell'adattamento del prodotto al mercato garantisce che il prodotto rimanga rilevante per soddisfare le esigenze in evoluzione del mercato. Ecco perché è importante per le start-up:

  • Sostenibilità rispetto a sopravvivenza: le start-up spesso operano con vincoli di risorse e rischiano di esaurire il capitale. Con l'adattamento al mercato, il prodotto gode di ampia risonanza, incrementando le vendite e i ricavi. Il percorso futuro diventa quindi più agevole e l'obiettivo può essere rivolto allo sviluppo di un'attività sostenibile piuttosto che alla sopravvivenza.

  • Uso efficiente delle risorse: prima di realizzare l'adattamento al mercato, le start-up possono investire in attività di marketing, acquisizione dei clienti e sviluppo di prodotti senza garanzie di ritorno. Una volta realizzato l'adattamento al mercato e quando il prodotto inizia ad attirare organicamente clienti, la start-up può allocare meglio le proprie risorse.

  • Fidelizzazione rispetto ad acquisizione dei clienti: l'adattamento del prodotto al mercato si focalizza sulla fidelizzazione dei clienti giusti invece che sull'acquisizione di qualsiasi tipologia di cliente. I clienti soddisfatti che trovano valore nel prodotto sono più propensi a restare, riducendo il tasso di abbandono e incrementando il valore nel tempo.

  • Referenze e crescita organica: i clienti che trovano il prodotto indispensabile ne diventano sostenitori e lo consigliano alle persone nella loro cerchia di conoscenze. Questa crescita organica è efficace in termini di costi e può essere più persuasiva del marketing a pagamento, perché i potenziali clienti spesso si fidano più delle raccomandazioni degli amici che della pubblicità.

  • Focus strategico: una start-up che è riuscita ad adattare il suo prodotto al mercato può smettere di provare diverse strategie e concentrarsi sulla quella che si è rivelata più efficace. Può quindi prendere decisioni strategiche migliori e definire un orientamento più chiaro per l'attività.

  • Fiducia degli investitori: gli investitori cercano indicatori in merito alla fattibilità del modello di business di una start-up e l'adattamento del prodotto al mercato è fondamentale in questo senso. Consente di aumentare le opportunità di investimento, perché gli investitori sono più disposti a supportare attività che abbiano un prodotto con una forte domanda.

  • Potere di mercato: quando un prodotto si adatta bene alle esigenze di mercato, la start-up ottiene maggiore flessibilità nella determinazione dei prezzi. I clienti che percepiscono un valore elevato in un prodotto sono spesso disposti a pagare di più, consentendo alla start-up di aumentare i margini di profitto.

  • Leadership di mercato: raggiungendo in anticipo l'adattamento del prodotto al mercato, la start-up può posizionarsi come leader nella sua categoria, quindi per i concorrenti può risultare difficile guadagnare terreno. Può inoltre consolidare la propria reputazione e il brand per acquisire un vantaggio competitivo.

  • Miglioramenti basati sui dati: le start-up possono raccogliere dati preziosi sul modo in cui i clienti usano il prodotto e sui motivi per cui lo apprezzano. Questi dati possono rappresentare la base per miglioramenti e innovazioni, garantendo che il prodotto rimanga rilevante e continui a soddisfare le esigenze del mercato.

  • Visione a lungo termine: le start-up che realizzano l'adattamento del prodotto al mercato possono permettersi di pianificare a lungo termine, invece di reagire a pressioni a breve termine. Questa prospettiva a lungo termine favorisce strategie più efficaci di pianificazione, sviluppo e crescita.

Che cosa indica l'adattamento del prodotto al mercato per un'attività?

Oltre a influenzare il suo futuro, l'adattamento del prodotto al mercato fornisce indicazioni sulla situazione attuale della start-up. Ecco che cosa può indicare:

  • Convalida della domanda: il prodotto è qualcosa che i clienti vogliono e per cui sono disposti a pagare, non semplicemente qualcosa che è bello avere. Le start-up possono verificarlo tramite il feedback positivo dei clienti, metriche di utilizzo elevate o acquisti ricorrenti.

  • Proposta di valore: il prodotto contiene una chiara proposta di valore che lo differenzia dai prodotti concorrenti. I clienti capiscono e apprezzano i vantaggi esclusivi del prodotto.

  • Soddisfazione dei clienti: i primi utilizzatori del prodotto sono soddisfatti e sarebbero scontenti se non fosse più disponibile. Potrebbero anche promuovere il prodotto tramite passaparola, a indicare un alto livello di supporto.

  • Metriche di crescita: l'attività riscontra una crescita costante nelle metriche chiave, ad esempio acquisizione di utenti, tassi di fidelizzazione e tassi di conversione. Queste metriche suggeriscono che il mercato è ricettivo nei confronti del prodotto.

  • Comprensione del mercato: l'attività ha una conoscenza approfondita dei clienti target: chi sono, di cosa hanno bisogno e quali sono i metodi efficaci per comunicare con loro.

  • Possibilità di crescita: il prodotto si adatta alle esigenze di mercato e ha il potenziale per espandersi senza perdere attrattiva o diventare ingestibile per l'attività.

  • Fattibilità economica: il modello di business dimostra che il costo di acquisizione dei clienti è decisamente inferiore rispetto al valore nel tempo che il cliente apporta all'attività.

Come si misura l'adattamento del prodotto al mercato?

Non è sempre semplice misurare l'adattamento del prodotto al mercato, perché è necessario eseguire analisi qualitative e quantitative. Il metodo migliore per riuscirci è ancora in fase di discussione. Ecco alcuni modi in cui le start-up valutano in genere se hanno realizzato o meno l'adattamento del prodotto al mercato:

  • Sondaggi tra i clienti: il test Sean Ellis, dal nome del marketer che ha coniato il termine "growth hacking", è un metodo ampiamente diffuso. Consiste nel chiedere ai clienti come si sentirebbero se non potessero più usare il prodotto. Se più del 40% afferma che sarebbe "molto deluso", è probabile che il prodotto si adatti al mercato.

  • Metriche di utilizzo: tassi di coinvolgimento elevati, un utilizzo frequente e tassi di abbandono ridotti possono indicare che i clienti trovano valore nel prodotto. Le start-up spesso analizzano metriche come il numero di utenti attivi giornalieri e mensili e la durata delle sessioni.

  • Crescita organica: una crescita organica significativa tramite passaparola o referenze dei clienti non sollecitate suggeriscono un'ampia risonanza del prodotto nel mercato.

  • Tassi di conversione: i tassi elevati di conversione dei clienti dalle versioni di prova a quelle a pagamento o di aggiornamento dalle versioni gratuite a quelle premium possono essere un forte indicatore di adattamento del prodotto al mercato. Dimostrano che gli utenti vedono nel prodotto un valore sufficiente per essere disposti a pagarlo.

  • Fidelizzazione dei clienti e valore nel tempo: se i clienti continuano a usare il prodotto e il valore nel tempo aumenta, spesso significa che il prodotto soddisfa efficacemente le esigenze del mercato.

  • Quota di mercato: l'acquisizione di una quota di mercato in un ambiente competitivo può indicare un buon adattamento del prodotto, soprattutto se il mercato è maturo e la base clienti è ben informata.

  • Redditività: sebbene influenzata da diversi fattori, la redditività di un prodotto viene raggiunta in modo relativamente rapido con l'adattamento al mercato.

  • Durata del ciclo di vendite: un ciclo di vendite più breve può indicare che i clienti riconoscono subito il valore del prodotto e prendono più rapidamente le decisioni di acquisto.

  • Feedback dei clienti: il feedback positivo e i bassi livelli di reclami o resi possono anche essere una misura qualitativa dell'adattamento del prodotto al mercato.

  • Economia unitaria: le metriche positive e di miglioramento, come quelle relative ad acquisizione di nuovi clienti, valore nel tempo e margine lordo, legate all'economia unitaria suggeriscono che il valore fornito dal prodotto supera il costo per ottenerlo.

  • Possibilità di crescita: se l'attività può scalare le operazioni per soddisfare l'aumento della domanda senza problemi significativi, è probabile che abbia realizzato l'adattamento del prodotto al mercato.

  • Interesse degli investitori: anche se non è una misura diretta, l'aumento dell'interesse degli investitori può essere un segnale. Gli investitori hanno spesso fiuto per i prodotti che si adattano bene al mercato.

  • Copertura mediatica e tra gli analisti di settore: la copertura positiva non sollecitata da parte di analisti di settore rispettati o su importanti pubblicazioni può indicare che un prodotto si distingue nel mercato.

Alcuni di questi metodi possono essere più appropriati per alcune attività rispetto ad altre. Queste misure non devono essere considerate isolate, ma collettivamente per informare la valutazione dell'adattamento del prodotto al mercato, che non è uno stato finale, ma una condizione che può cambiare con l'evoluzione del mercato e con la crescita dei concorrenti. Quindi è importante continuare a misurarlo.

Segnali che indicano l'insuccesso dell'adattamento del prodotto al mercato

Ecco alcuni segnali che indicano che una start-up non ha realizzato l'adattamento del prodotto al mercato:

  • Scarso coinvolgimento degli utenti: se le metriche di coinvolgimento, ad esempio il tempo trascorso con un'app, l'utilizzo ricorrente o l'adozione di funzionalità, sono basse, significa che gli utenti non trovano valore convincente nel prodotto.

  • Alti tassi di abbandono: quando i clienti abbandonano poco dopo l'iscrizione o l'acquisto di un prodotto, spesso il motivo è che non soddisfa le loro aspettative o non risolve con efficacia un loro problema.

  • Utilizzo intenso di sconti: l'esigenza costante di offrire sconti per attirare i clienti può indicare che il valore percepito del prodotto non corrisponde al prezzo richiesto.

  • Disallineamento indicato dal feedback: il feedback dei clienti potrebbe rivelare che il prodotto non risolve adeguatamente i problemi cruciali previsti o che il problema risolto non è sufficientemente significativo da garantire la soluzione.

  • Conversione in vendite ridotta: i bassi tassi di conversione dei clienti dalle versioni di prova gratuite a quelle a pagamento possono indicare che la risonanza del prodotto non è sufficiente tra gli utenti previsti.

  • Fraintendimenti degli utenti: se gli utenti continuano a fraintendere lo scopo del prodotto o delle relative caratteristiche principali, può significare che il messaggio del prodotto è scollegato dalle esigenze di mercato.

  • Modelli di crescita incoerente: una crescita irregolare o l'acquisizione degli utenti che risulta possibile solo con una spesa insostenibile in marketing può segnalare un mancato adattamento del prodotto al mercato.

  • Esitazione degli investitori: la difficoltà a raccogliere fondi può essere talvolta attribuita al fatto che gli investitori non sono convinti dell'adattamento del prodotto al mercato, soprattutto se ne mettono in dubbio la differenziazione o la possibilità di crescita.

  • Net Promoter Score (NPS) basso: un punteggio NPS basso o in calo nel corso del tempo può suggerire che i clienti non sono entusiasti all'idea di raccomandare il prodotto ad altri.

  • Metriche di utilizzo piatte o in calo: le metriche di utilizzo, come il numero di utenti attivi giornalieri o mensili, che non crescono o sono in calo, nonostante le iniziative per favorire il traffico, potrebbero indicare una mancanza di adattamento del prodotto al mercato.

  • Supporto organico limitato: la mancanza di supporto organico e non sollecitato da parte degli utenti indica che il prodotto non ha un impatto sufficientemente forte da motivare gli utenti a condividerlo.

  • Problematiche legate all'educazione del mercato: dedicare una quantità sproporzionata di tempo a educare il mercato sul problema risolvibile dal prodotto, invece che sul prodotto stesso, può essere un segnale che il mercato non sia pronto o che il prodotto non affronti un problema importante.

  • Preferenza per i concorrenti: se gli utenti preferiscono le soluzioni dei concorrenti, anche se sono più costose o meno ricche di funzionalità, significa indubbiamente che il prodotto non ha un vantaggio competitivo convincente.

  • Modifiche frequenti: se una start-up cambia frequentemente le caratteristiche del prodotto, il mercato target o la strategia nel tentativo di favorire la crescita, spesso significa che il prodotto originale non ha trovato l'adattamento al mercato.

  • Sovraccarico del servizio di assistenza: un volume eccessivo di ticket di assistenza, soprattutto riguardo a funzioni fondamentali o al valore del prodotto, può indicare che le prestazioni non soddisfano le aspettative degli utenti.

  • Prova sociale negativa: una critica attiva del pubblico o recensioni negative su piattaforme di terze parti possono indicare un'insoddisfazione generale o l'incapacità di soddisfare le aspettative del mercato.

Questi segnali sono meccanismi di feedback importanti per le start-up. Le start-up dovranno usare queste conoscenze per perfezionare il prodotto, rivalutare il modello di business o ripensare al mercato target, per poi procedere a realizzare l'adattamento.

Segnali che potrebbero indicare un forte adattamento del prodotto al mercato

I segnali di un forte adattamento del prodotto al mercato possono comparire in molti aspetti delle operazioni di una start-up, tra cui il comportamento degli utenti e le metriche finanziarie. Alcuni sono ovvi, mentre altri sono impercettibili. Ecco alcuni indicatori tipici:

  • Crescita organica superiore alle iniziative a pagamento: se una start-up acquisisce clienti soprattutto tramite passaparola, ricerca organica o visite dirette, significa che il prodotto ha una risonanza tale nel mercato da favorire naturalmente l'interesse e il supporto.

  • Curve di fidelizzazione piatte: il numero di utenti attivi rimane costante nel tempo invece di calare rapidamente dopo l'utilizzo iniziale. Ciò indica che il prodotto è longevo e fa parte delle normali abitudini o dei flussi di lavoro comuni degli utenti.

  • Crescita del valore dei clienti nel tempo: la crescita del valore nel tempo suggerisce che i clienti continuano a trovare valore nel prodotto, il che porta a un business ricorrente, a opportunità di upselling o a rinnovi degli abbonamenti.

  • Ridotta sensibilità alle variazioni dei prezzi: se gli aumenti di prezzo non portano a un tasso di abbandono significativo o a una riduzione dell'acquisizione di nuovi clienti, significa che i clienti percepiscono che il valore del prodotto è superiore al costo.

  • NPS elevato: un punteggio NPS elevato o in crescita rispecchia una forte soddisfazione dei clienti e la probabilità che raccomandino il prodotto ad altri.

  • Storie di successo dei clienti: le testimonianze non sollecitate, i case study e le storie dei clienti che evidenziano l'impatto del prodotto sono forti indicatori di adattamento al mercato.

  • Contenuti generati dagli utenti: se gli utenti creano contenuti sul prodotto, ad esempio post di blog, video o discussioni in forum, si tratta di un segnale di coinvolgimento e di forte adattamento.

  • Espansione all'interno degli account: se i clienti esistenti nel settore Business-to-Business (B2B) aumentano l'uso del prodotto nell'organizzazione, si tratta di un chiaro segnale di valore percepito e adattamento.

  • Capacità di supportare la crescita: se l'attività è in grado di supportare la crescita senza compromettere il prodotto o l'esperienza del cliente, può essere un segnale di preparazione operativa e adattamento al mercato.

  • Compressione del ciclo di vendite: il periodo che intercorre tra il lead iniziale e la chiusura della vendita diminuisce quando il mercato inizia a capire e ad accettare più prontamente il prodotto.

  • Riconoscimento positivo degli analisti: se gli analisti di settore forniscono recensioni positive o attribuiscono premi al prodotto, significa che credono nella sua rilevanza e longevità sul mercato.

  • Interesse per investimenti strategici: se gli investitori strategici, come quelli del settore o mercato di riferimento, dimostrano interesse, significa che ritengono il prodotto ben adattabile al mercato.

  • Facilità di reclutamento: la reputazione del brand e del prodotto attirano talenti entusiasti di entrare a far parte di un'attività di successo e in crescita.

  • Coinvolgimento di fornitori e partner: se i fornitori e i partner sono interessati a istituire collaborazioni, significa che riconoscono la forza del prodotto sul mercato.

  • Risposta della concorrenza: i concorrenti iniziano a cambiare le loro strategie, le caratteristiche o i prezzi in risposta all'impatto del prodotto sul mercato.

  • Metriche sulla crescita e sulle vendite prevedibili: la capacità di prevedere la crescita e le vendite con un alto grado di accuratezza è un segnale che la risposta del mercato al prodotto è stabile e ben recepita.

Questi segnali indicano che un prodotto soddisfa le esigenze del mercato al punto da entusiasmare, coinvolgere e fidelizzare i clienti. L'adattamento del prodotto al mercato spesso crea un ciclo autorinforzante di crescita e fedeltà dei clienti.

Tutto pronto per iniziare?

Crea un account e inizia ad accettare pagamenti senza la necessità di stipulare contratti o di comunicare le tue coordinate bancarie. In alternativa, contattaci per progettare un pacchetto personalizzato per la tua attività.