Introduzione alla conformità all'imposta sulle vendite, l'IVA e la GST

Introduzione

Gestire le tasse e rimanere sempre conformi è difficile, soprattutto man mano che l’azienda cresce. Occorre capire in quali ambiti l’azienda ha degli obblighi fiscali, quanto riscuotere per le imposte e cosa fare delle imposte riscosse. Questo processo può richiedere tempo e denaro; spesso le aziende impiegano mesi a integrare sistemi per il calcolo delle imposte nel tentativo di liberarsi di questa incombenza.

Maggiore è il numero dei prodotti che vendi e dei luoghi in cui operi, più difficile sarà gestire le tasse. Nello specifico, la situazione si complica per le aziende online, che spesso lavorano con clienti domiciliati in stati e paesi diversi. Ciò implica conoscere le normative fiscali in vigore in ogni giurisdizione, così da poter operare nella piena conformità ed evitare di dover pagare sanzioni e interessi oltre alle imposte ancora dovute.

Come se non bastasse, le aliquote fiscali cambiano regolarmente. Solo nel 2021 negli Stati Uniti sono previste modifiche a circa 600 aliquote, mentre nel 2020 e 2021 molti paesi europei hanno modificato o modificheranno le loro aliquote IVA in risposta all’impatto del coronavirus sull’economia.

Questa guida intende offrire un’introduzione ai concetti base relativi alle imposte indirette, come l’imposta sul valore aggiunto (IVA), l’imposta sui beni e i servizi (GST) e l’imposta sulle vendite. Scoprirai anche cosa può fare Stripe Tax per aiutarti a mantenere la piena conformità

Cosa sono le imposte indirette?

Le aziende riscuotono imposte indirette per conto delle amministrazioni comunali e statali. I regolamenti variano in modo sostanziale da paese a paese, anche da stato a stato, e possono applicarsi a beni fisici, prodotti digitali e servizi.

Queste tasse non sono uguali alle imposte dirette, come l’imposta sul reddito, che le persone fisiche o giuridiche versano direttamente allo Stato in base ai loro guadagni o profitti. Al contrario, le imposte indirette vengono riscosse sulla base delle vendite di beni o servizi e versate dal cliente attraverso l’azienda.

Aliquote IVA in tutta Europa

L’imposta indiretta viene chiamata con nomi diversi nel mondo. Ad esempio, negli Stati Uniti è chiamata imposta sulle vendite, in Europa imposta sul valore aggiunto (IVA), in Australia imposta su beni e servizi (GST) e in Giappone imposta sui consumi (JCT). La procedura di riscossione di queste imposte può variare sensibilmente, ma il risultato è sempre lo stesso: il cliente finale paga la tassa.

Aliquote IVA in tutta Europa Gran parte dei paesi richiede alle aziende di riscuotere un qualche tipo di imposta.

Imposte sui prodotti fisici

Il trattamento fiscale in materia di beni fisici dipende da dove vengono spediti i prodotti e dall’indirizzo di spedizione, oltre che dalla categoria a cui appartengono i prodotti nelle varie giurisdizioni. Esistono molte differenze a livello di città, stato e paese.

Ad esempio, se un cliente di Downtown Los Angeles acquista un maglione pagherà un’imposta sulle vendite del 9,5%. Nella vicina Culver City, che fa parte della contea di Los Angeles, l’imposta sulle vendite sullo stesso maglione sarà pari al 10,2%.

Queste differenze locali si estendono anche ai tipi di prodotti. In Texas, gli stivali da cowboy non sono tassati, mentre gli scarponcini da trekking lo sono. In Irlanda, le scarpe per bambini non sono tassate, mentre quelle per adulti sì.

Imposte sui prodotti digitali

Le giurisdizioni fiscali stabiliscono dei regolamenti in base alla propria definizione di “prodotto digitale”. In generale, i prodotti e i servizi digitali non hanno una forma tangibile. Non possono essere tenuti in mano e i clienti di solito li scaricano da Internet oppure vi accedono tramite un’applicazione o un sito web. Esempi di prodotti e servizi digitali sono gli e-book, i corsi online, i file musicali e gli abbonamenti a siti web.

Nell’Unione europea i prodotti digitali sono imponibili se soddisfano quattro criteri:

  • Non sono un prodotto fisico
  • L’esercente consegna il bene online
  • Il servizio prevede un’interazione umana minima
  • Il bene è realizzato per mezzo della tecnologia

Negli Stati Uniti i regolamenti fiscali sui prodotti digitali variano notevolmente da stato a stato. Nel 2021 la maggior parte degli stati richiede agli esercenti di riscuotere l’imposta sulle vendite per i prodotti digitali. Per te è importante conoscere queste differenze tra stato, paese e città e tenerne conto.

Aliquote IVA in tutta Europa

Altri paesi adottano approcci ancora diversi alla tassazione dei prodotti digitali. Poiché i prodotti digitali sono relativamente nuovi nell’economia globale (così come i relativi regolamenti), gli standard di conformità e le legislazioni nazionali si evolvono continuamente, per cui le aziende devono aggiornarsi con costanza in merito a tali cambiamenti.

Come operare in piena conformità

Indipendentemente da dove risiedono i tuoi clienti, per essere conforme alle normative in materia di imposte indirette devi saper rispondere a queste domande:

  • Dove e quando sono soggetto all’obbligo di riscossione delle imposte?
  • Come faccio a registrarmi per riscuotere le imposte?
  • Qual è l’entità delle imposte da applicare su ciascun prodotto o servizio?
  • Come dichiaro e verso il denaro che ho raccolto?

Fase 1: stabilire dove si hanno obblighi fiscali

Per essere conforme, devi prima di tutto comprendere quali sono i tuoi oneri fiscali. In genere devi riscuotere le tasse ovunque hai dei clienti, anche se la tua azienda si trova in un’altra parte del mondo. Alcune giurisdizioni richiedono alle aziende di riscuotere le tasse esclusivamente quando superano una determinata soglia di vendite (un importo specifico in termini di ricavi o un dato numero di transazioni entro un determinato periodo in un paese).

Negli Stati Uniti, le soglie per l’applicazione dell’imposta sulle vendite differiscono da stato a stato e possono basarsi sui ricavi annui oppure sul numero di transazioni. In UE, la soglia per la registrazione varia in base al paese, ma le aziende extra UE che vendono prodotti digitali a clienti in UE sono tenute a riscuotere un’imposta fin dalla prima transazione.

Fase 2: effettuare la registrazione per la riscossione delle imposte

Prima di riscuotere un’imposta da un cliente, devi registrarti nello stato o nel paese in cui hai raggiunto la soglia per la registrazione.

Registrazione negli Stati Uniti

Per ciascuno stato in cui hai raggiunto le soglie per la registrazione, visita il sito web o l’agenzia responsabile delle imposte sulle vendite per scoprire come procedere alla registrazione. Le scadenze per registrarsi una volta raggiunta la soglia variano da stato a stato. Ad esempio, in Texas, le aziende che risiedono al di fuori dello stato devono registrarsi il primo giorno del quarto mese successivo alla data di raggiungimento della soglia per la registrazione, che in genere negli Stati Uniti viene definita soglia di nesso economico (economic nexus). A Rhode Island, le aziende hanno tempo fino al 1° gennaio dell’anno successivo a quando hanno raggiunto la soglia di nesso economico per registrarsi, riscuotere e iniziare a versare l’imposta sulle vendite.

Registrazione in Europa

L’Europa ha introdotto lo sportello unico (OSS) per l’IVA per semplificare il processo di registrazione tra i vari paesi europei. Chi si registra per l’OSS IVA non è tenuto a registrarsi in ogni paese dell’UE in cui vende beni o servizi da remoto.
Se sei domiciliato in un paese dell’UE, puoi effettuare la registrazione usando il portale OSS del tuo paese di origine. Ma se la tua azienda è situata al di fuori dell’UE, puoi scegliere un qualsiasi paese europeo per effettuare la registrazione per l’OSS. Tutte le aziende non UE che vendono in UE devono essere registrate per l’OSS. A seguito della Brexit, il Regno Unito ora prevede una procedura di registrazione ai fini IVA diversa dal sistema OSS IVA istituito dall’Europa. Fase 3: determinare il trattamento e l’aliquota fiscale  Le aliquote fiscali differiscono in base alle giurisdizioni e al prodotto/servizio. Occorre sempre tener conto di queste differenze e applicarle correttamente a tutto ciò che si vende.

Aliquote fiscali negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti non esiste un sistema nazionale che regolamenti l’imposta sulle vendite. Quarantacinque stati, più il District of Columbia, riscuotono imposte sulle vendite a livello statale che vanno dal 2,9% al 7,25%. Trentotto stati hanno delle imposte aggiuntive sulle vendite locali, che in alcuni stati possono raggiungere una media superiore al 5,0%. Maggiore è il numero di giurisdizioni in cui vendi (città, paesi, stati), più complessa diventa la gestione delle tasse.

Molti stati contano centinaia di giurisdizioni fiscali, quindi capire quale aliquota fiscale applica ogni giurisdizione a una determinata transazione può risultare complicato. Ad esempio, se il tuo stato di origine è un cosiddetto “origin-based state”, l’imposta sulle vendite viene riscossa in base a dove ti trovi tu, ovvero il venditore. Se invece il tuo stato di origine è un cosiddetto “destination-based state”, l’imposta sulle vendite viene riscossa in base a dove si trova il cliente.

Il tuo stato di origine Immagine che mostra gli stati in cui devi riscuotere l’imposta sulle vendite in base alla tua posizione o a quella dell’acquirente.

Aliquote fiscali in Europa

Proprio come esistono differenze tra i vari stati degli Stati Uniti, anche in Europa l’IVA viene applicata in base ad aliquote diverse. L’Ungheria ha l’aliquota IVA più alta di tutta l’UE (27%) mentre il Lussemburgo quella più bassa (17%). Per le transazioni UE transfrontaliere, devi scoprire quale paese può riscuotere l’IVA e a chi spetta l’obbligo di versare le imposte (a te in qualità di titolare dell’azienda oppure al cliente).

Il tuo stato di origine Immagine che mostra le differenze tra i vari paesi europei in termini di aliquota IVA.

Fase 4: procedere alla dichiarazione e al versamento delle tasse

Per procedere alla dichiarazione fiscale, devi rivolgerti a ciascuna agenzia, normalmente dello stato o paese incaricato della gestione, in cui sei registrato e hai riscosso delle imposte. In alcuni stati degli Stati Uniti, potresti dover fare una dichiarazione anche a livello di città/contea, qualora le imposte sulle vendite non fossero amministrate a livello statale. Le scadenze per le dichiarazioni dipendono dallo stato o dal paese, e possono variare in base ai ricavi annui e ad altri fattori. Il versamento delle tasse potrebbe essere settimanale, mensile o annuale. E anche se non hai venduto prodotti in uno stato in cui sei registrato, potresti dover comunque procedere alla rendicontazione.

I vantaggi di Stripe

Stripe Tax riduce la complessità delle procedure di conformità fiscale globale per permetterti di concentrarti sullo sviluppo della tua attività. Calcola e raccoglie in automatico l’imposta sulle vendite, l’IVA e la GST sia sui prodotti e servizi fisici che su quelli digitali, in tutti gli stati degli Stati Uniti e in oltre 30 paesi. Stripe Tax è integrato in modalità nativa in Stripe per cui potrai iniziare a usarlo ancora più velocemente, senza integrazioni o plug-in di terze parti.

Stripe Tax può aiutarti a:

  • **Capire dove registrarti e riscuotere le imposte: scopri dove devi riscuotere le imposte in base alle tue transazioni Stripe e, dopo aver effettuato la registrazione, attiva la riscossione delle imposte in un nuovo stato o paese in pochi secondi. Puoi iniziare a riscuotere le imposte aggiungendo una riga di codice alla tua integrazione Stripe esistente oppure puoi aggiungere la riscossione ai prodotti senza codice di Stripe, come Invoicing, semplicemente facendo clic su un pulsante.
  • **Registrarti per pagare le imposte: Stripe Tax fornisce i link ai siti web in cui puoi registrarti una volta superate le soglie per la registrazione.
  • **Riscuotere automaticamente le imposte: Stripe Tax calcola sempre e raccoglie l’importo corretto delle imposte, indipendentemente da cosa vendi e da dove lo vendi. Supporta centinaia di prodotti e servizi, oltre a monitorare costantemente le regole e le aliquote fiscali e a mantenerle aggiornate.
  • **Semplificare le procedure di dichiarazione e versamento: Stripe genera dei riepiloghi fiscali e di rendicontazione dettagliati per ciascun luogo in cui devi presentare una dichiarazione, aiutandoti a dichiarare e a versare le imposte facilmente in autonomia, con il tuo commercialista oppure con uno dei partner Stripe per le dichiarazioni.

Per ulteriori informazioni su Stripe Tax, fai clic qui.

Torna alle guide
You’re viewing our website for Denmark, but it looks like you’re in the United States.